di


Speciale Bijorhca 2 – Legno, resina e ottone: da Parigi le novita’ per la primavera-estate

Parigi – Non c’è limite all’estro degli espositori di Bijorhca: Preziosa magazine ha individuato nuovi designer e aziende pronti a stupire per la novità dei materiali, le forme e la creatività. Dal legno al tessuto, dalla resina all’ottone, ecco altre proposte visibili nella fiera parigina in corso fino a lunedì al padiglione 5 del Parc des Expositions (Porte de Versailles).

Bijorhca, Bibi Bijoux
Bijorhca, Bibi Bijoux

Bibi Bijoux
Stand A54 – B53
Insegue le ultime tendenze delle tinte fluo Bibi Bijoux, marchio olandese che a Bijorhca ha portato tutta la sua variopinta produzione. Nessuno spazio per il monocromatico, anzi: pù’ c’è colore e meglio è.

Bijorhca, Christina Brampti
Bijorhca, Christina Brampti

Christina Brampti
Stand D70
Bigiotteria interamente prodotta a mano con linee squadrate, metalli lucidi o opachi: la designer greca mette in vetrina oggetti multimateriale, che uniscono carta, pelle, tessuto e pietre. il design del futuro in giganteschi collier.

Bijorhca, Culture Mix
Bijorhca, Culture Mix

Culture Mix
Stand A74 – B73
La mission è nel nome: la fusione di diverse culture è l’anima dei bijoux di Culture Mix. Resina e acciaio che prendono forme diverse, concentriche, tondeggianti. le tinte sono quelle trendy e su ogni bijou si abbinano tante tonalità dello stesso colore.

Bijorhca, Kazuri
Bijorhca, Kazuri

Kazuri
Stand B67
Ceramica per questi oggetti prodotti in Kenia: l’atelier di Nairobi non solo realizza cose belle, ma anche un risvolto sociale importante: contribuisce infatti a creare lavoro per donne in difficoltà per un commercio equo.

Bijorhca, Moodywood
Bijorhca, Moodywood

Moodywood
Stand B72
Bijoux di legno che a guardarli sembrano di ceramica, o resina. Invece è solo legno e gli accostamenti delle singole sfere producono risultati inaspettati, divertenti, leggeri da indossare.

Bijorhca, Piti
Bijorhca, Piti

Piti
Stand D67
Sembra di stare in un grande mercato di abiti: lo stand di Piti è infatti un patchwork di tessuti chiamati a nuova vita. Sono diventati bijoux (oltre che borse e sciarpe) le colorate e spiritose figure stilizzate, ma anche le linee piu’ austere e irregolari.

Bijorhca, Poggi
Bijorhca, Poggi

Poggi
Stand B54 – C53
Si spazia dal classico all’ultima tendenza nelle vetrine di Poggi: tradizione artigianale made in France (ma i due designer hanno origini italiane) per veicolare forza e seduzione. Ottone, ma anche resina e cristalli per una donna dinamica.

Bijorhca, Scooter
Bijorhca, Scooter

Scooter
stand D52 – E49
Un bijoux un po’ frivolo, in grado di dare un tocco di ulteriore leggerezza ad una donna romantica. L’estate 2013 è un inno all’arcobaleno, ad abbinamenti nuovi, di colori ma anche di materiali.

Bijorhca, Taratata
Bijorhca, Taratata

Taratata
Stand E52-F51
La natura, ma anche il mondo della cucina fino alla Vespa e ai mini furgoni tipici degli anni Settanta: lo smalto ricrea e riproduce soggetti della vita quotidiana di tutti, con un pizzico di ironia. Taratata nasce in Normandia, ma ormai, dopo l’apertura del negozio parigino, è un must conosciuto in tutto il mondo.

Bijorhca, Zsiska
Bijorhca, Zsiska

Zsiska
Stand D73
Prendi la frutta e mettila al collo: è questo uno dei pezzi più originali (in resina) di ZSISKA, marchio con punti vendita in molti paesi del mondo. Il marchio fu fondato nel ’92 dalla disegnatrice olandese di gioielli Siska Schippers. I materiali nuovi sono spesso abbinati ai preziosi, come l’oro e l’argento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *