di


Singapore Jewellery & Gem Fair, fari puntati sulla seconda edizione

Dal 23 al 26 ottobre torna l’evento di UBM Asia: cresce il numero di espositori con oltre 300 aziende provenienti da 30 paesi e regioni

Dopo il fortunato debutto del 2013, torna a ottobre la Singapore Jewellery & Gem Fair: l’appuntamento è dal 23 al 26 a Marina Bay Sands, presso il Sands Expo and Convention Centre. Oltre 300 produttori internazionali di gioielleria, provenienti da 30 paesi, incontreranno la domanda offrendo design e qualità: la rassegna è organizzata da UBM Media (Singapore) Pte Ltd con il supporto della Singapore Jewellers Association e del Diamond Exchange of Singapore.

Lo scorso anno l’evento ha messo insieme 283 espositori provenienti da 28 paesi, attirando un totale di 8.739 visitatori da oltre 70 paesi e regioni. Cresce, dunque, il numero di partecipanti, a dimostrazione di un crescente interesse nei confronti della rassegna: tra le aziende che hanno già confermato la loro presenza, molte provengono da Belgio, Germania, Hong Kong, Israele, Italia, Giappone, Svizzera, Taiwan, Tailandia, Stati Uniti e Singapore.

Gioielli finiti ma anche diamanti, perle, pietre preziose, orologi e altri oggetti da collezione: UBM ha scelto di organizzare questa fiera a Singapore trattandosi della città asiatica destinata ad avere il maggior numero di high-net-worth individuals (HNWI) entro il 2023. Secondo JewelleryNetAsia, il primo portale di commercio B2B in Asia, le vendite di gioielli a Singapore registreranno un tasso di crescita annuale del 2-3 per cento nei prossimi tre anni per raggiungere i 2,9 miliardi di dollari americani nel 2017.

“La Singapore Jewellery & Gem Fair vuole essere la fiera gioielleria più importante nel Sud Est asiatico – spiega Paul Wan, Managing Director di UBM Media (Singapore) Pte Ltd -. La rassegna presenta un contesto avanzato per i buyer ai quali offre il meglio della gioielleria internazionale. UBM si impegna a servire l’industria dei gioielli facendo leva su una enorme esperienza organizzazione fieristica in tutto il mondo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *