di


Si dimette il Consiglio di amministrazione del Tarì

Il presidente Gianni Carità rimette il mandato insieme all’amministratore delegato e ai consiglieri. Il bilancio sarà presentato all’Assemblea dei soci il 29 giugno

Tarì facciata interna

Si dimette il Consiglio di Amministrazione della società consortile il Tarì di Marcianise. Da una nota dell’Area Promozioni e Relazioni Esterne del centro orafo emerge che “il presidente Gianni Carità ha comunicato la decisione di rimettere il mandato, unitamente all’amministratore delegato Maurizio Scoppa e ai consiglieri Giulio Gomez, Francesco Del Giudice, Franco Giglio, Giuseppe Casillo, Salvatore Formisano, Michele Saggese e Angelo Soprano. A tale decisione il presidente Carità è pervenuto allo scopo di consentire ai soci di pronunciarsi, senza alcun condizionamento, in occasione della prossima assemblea, sia sul futuro della società che sulla compagine che dovrà guidarla”.

Già da qualche tempo nel centro orafo si era avvertito un clima di incertezza, secondo la nota riconducibile anche alla presentazione del bilancio che avverrà davanti all’Assemblea dei soci il prossimo 29 giugno.

Pur essendo in scadenza nel 2016 – si legge ancora nella nota –, la quasi totalità del Consiglio di Amministrazione del Tarì ha dunque deciso di rimettere anticipatamente il proprio mandato, per rendere possibile ai soci, in una immediata successiva nuova assemblea, di assumere tutte le decisioni che riterranno opportune per proseguire su un percorso di successi unanimemente conseguiti e riconosciuti nel mondo orafo italiano da circa venti anni”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA