di


Sequestro di oro e argento di contrabbando nel porto di Napoli

I finanzieri del comando provinciale del capoluogo campano hanno denunciato 4 persone per ricettazione

Oltre 400 kg di argento e 20 di oro tra lingotti e gioielli: è l’ammontare del sequestro portato a termine dai finanzieri del comando provinciale di Napoli nell’ambito di una operazione di prevenzione e contrasto dei traffici illeciti nelle zone aeroportuali di forte transito. Quattro persone di nazionalità italiana sono state denunciate per ricettazione: i preziosi erano occultati in due auto di grossa cilindrata, nell’abitacolo e nel bagagliaio, appena sbarcate nel porto napoletano e provenienti dalla Sicilia a bordo di un traghetto.

L’ipotesi degli investigatori è che oro e argento fossero destinati al mercato orafo “parallelo”. Tenendo conto della quotazione odierna dei metalli, il valore dei beni sequestrati ammonta per l’oro a oltre 80mila euro e oltre 300mila per l’argento (valore assoluto senza variabili di lavorazione). I ricettatori confidavano probabilmente nell’alta densità di passeggeri in transito nello scalo portuale napoletano per sfuggire ai controlli effettuati nella stazione marittima.


2 commenti

  1. Italo Marzatelli says:

    Ma chi l’avrebbe mai pensato!
    Italo Marzatelli


  2. Italo Marzatelli says:

    Ma chi l’avrebbe mai pensato!”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *