di


Semplificazione fiscale, abolita la soglia dei contanti per i clienti stranieri

Sospiro di sollievo per i dettaglianti dopo l’approvazione, venerdì scorso, del decreto sulla semplificazione fiscale da parte del governo Monti. Il testo infatti ha abolito la soglia di acquisto in contanti di 1.000 euro per quanto riguarda i clienti stranieri, che resta in vigore per gli italiani. I viaggiatori in arrivo nelle principali città e località turistiche potranno così effettuare acquisti in contanti anche oltre la soglia di mille euro (senza l’individuazione di altro limite superiore) purché il dettagliante fotocopi il passaporto e i soldi non restino in negozio: entro due giorni vanno versati e al versamento va allegato la fotocopia del documento. La disposizione ora abolita stava creando, specie nella categoria del lusso e quindi anche nelle gioiellerie, una grave difficoltà, essendo diffusa l’abitudine da parte soprattutto dei turisti stranieri di pagare in contanti.

Per questo motivo le associazioni del mondo industriale e artigianale del comparto orafo-argentiero si sono attivate con iniziative di sensibilizzazione rivolte al Governo al quale hanno presentato, attraverso il presidente della Federazione nazionale dettaglianti orafi di Confcommercio Giuseppe Aquilino e Rete imprese Italia, una richiesta di emendamento. La “risposta” è arrivata venerdì: abolita la soglia per gli stranieri non comunitari residenti fuori dal territorio italiano, senza che siano vanificate le finalità antiriciclaggio del provvedimento. Tutte le categorie coinvolte hanno già espresso soddisfazione per le novità approvate, che entreranno in vigore dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Restano da definire, allo stato, le modalità relative alla preventiva comunicazione telematica da trasmettere all’Agenzia delle Entrate di cui si fa cenno nel provvedimento.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *