di


Scomparso a 87 anni il fondatore di Raymond Weil

Lo scorso autunno l’imprenditore aveva passato la gestione della manifattura al genero Olivier Bernheim e ai nipoti Elie e Pierre Bernheim

Raymond Weil, fondatore del marchio di orologi di lusso a cui ha dato il nome, è deceduto domenica all’età di 87 anni. Ha fatto parte del consiglio d’amministrazione della società ginevrina fino a settembre scorso, quando annunciò il passaggio della gestione al genero Olivier Bernheim e ai nipoti Elie e Pierre Bernheim.

Raymond Weil è stato un pioniere e imprenditore nel settore dell’orologeria: nel 1976, durante una delle più gravi crisi dell’industria orologiera, ebbe il coraggio di fondare la propria azienda – una delle poche ancora esistenti rimaste a conduzione familiare – e trasformare la sua idea di ciò che l’orologeria svizzera dovrebbe essere in orologi reali: è ritenuto uno dei primi ad aver visto gli orologi come accessori di lusso.

Le creazioni di Weil sono state immediatamente apprezzate dagli appassionati di orologi, e sono presto diventate ambasciatrici straordinarie per la città di Ginevra e per la Svizzera. “Raymond Weil era un self-made man. Lui era il mio mentore e ho imparato tanto da lui – ha detto Olivier Bernheim, presidente e amministratore delegato della società -. La sua eredità e il suo entusiasmo vivranno attraverso la nostra famiglia, il suo marchio e il suo team presente in tutto il mondo, ma anche attraverso coloro che indossano l’orologio che porta il suo nome”.

Raymond Weil ha occupato posizioni di rilievo in varie organizzazioni di categoria: è stato presidente della Geneva Watchmaker Union, vice presidente del Watchmaking Industry Training Centre (CHF) , e membro della Federazione dell’orologeria svizzera ( FH). Fino al 1995 , è stato anche il presidente del comitato espositori di Baselworld.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale