di


San Lorenzo e l’argento progettato

La valorizzazione dei processi logico-progettuali e il rifiuto degli stilemi a favore della ricerca e dell’innovazione tecnica fanno di San Lorenzo uno dei marchi che meglio hanno saputo rappresentare lo spirito del proprio tempo.

Dopo il percorso di studi in giurisprudenza, un periodo di formazione nell’azienda argentiera di famiglia e un Master in Business Administration all’Università Bocconi, nel 1970 Ciro Cacchione decide di fondare la San Lorenzo, società nasce con l’obiettivo di rinnovare il linguaggio espressivo degli argenti secondo i principi del design industriale .Imprenditore illuminato, Ciro Cacchione chiama a collaborare architetti e designer noti a livello internazionale, come Lella e Massimo Vignelli, Franco Albini, Franca Helg, Maria Luisa Belgiojoso, Antonia Piva, Afra e Tobia Scarpa e Patricia Urquiola.

Scrupolosa cura per i dettagli, estrema attenzione alla qualità del prodotto, texture raffinate, sofisticati accorgimenti tecnici, approfondita conoscenza dei materiali sono solo alcune caratteristiche della produzione preziosa di San Lorenzo, una preziosità discreta ed elegante legata innanzi tutto al valore del progetto. Il successo di San Lorenzo è testimoniato non solo dal Compasso d’Oro vinto nel 1979, 1989 e 1991 e dall’Italian Jewellery Award ricevuto nel 2009, ma anche dalle mostre ospitate delle più grandi istituzioni internazionali, come la Triennale di Milano a dal Victoria and Albert Museum di Londra.

Oggi numerosi oggetti fanno parte delle collezioni permanenti di musei internazionali, quali il Metropolitan Museum of Art e il Museum of Modern Art di New York, il Museum of Contemporary Art di Chicago, il Denver Art Museum, il Carnegie Museum of Art di Pittsburgh e il Museum of Art di Philadelphia.

Le sue creazioni su: www.sanlorenzoargento.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dinacci 1280×90