di


Salvatore Collaro, competenze e passione, patrimonio genetico

L'ultima generazione pensa in grande e fa tesoro della lezione di famiglia

Attualmente l’azienda Salvatore Collaro  è nelle mani di Liliana e Lucia Collaro, figlie di Salvatore e Lella, e dunque figlie d’arte, per nulla intimorite dall’autorevolezza di un cognome che nel giro di sessant’anni ha conquistato anche i mercati asiatici, oltre che quelli europei. Anzi, sono più che mai motivate a dare ulteriore slancio ad un mestiere in cui competenze e passione fanno tutt’uno.


Collaro S., la nuova linea che l’azienda presenterà nelle più prestigiose fiere di settore, prima fra tutte quella della prossima edizione Homi, è concepita da menti giovani con cognizioni salde, consolidate. E’ evidente nelle disinvolte ampiezze dei cabochon in agata bianca e nera montati su anelli in argento 925, belli singoli, strepitosi se doppiati su entrambi gli anulari. E’ evidente nella soluzione tonale del set in pasta di turchese, ancora montato in argento 925, concluso con tre gocce di agata verde in magistrale modulazione cromatica. E’ evidente e logico (ma non poteva essere diversamente, vista la decennale pratica di famiglia con le perle) nella parure di barocche d’acqua dolce (ugualmente su argento 925) dove chi ne conosce pregi e versatilità sa bene che vanno lasciate protagoniste assolute, come qui, per esibirsi fascinosamente imperfette.
All’Homi Fashion & Jewels dal 15 al 18 febbraio, padiglione 8 stand B45.

www.salvatorecollaro.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *