di


Sabato all’asta le 41 creazioni del progetto Townshirt: raccolta fondi per l’Abio

Si terrà sabato 10 marzo a partire dalle 19, presso il Renaissance Hotel Mediterraneo di Napoli, il Charity Party di TownShirt, il progetto di moda, arte e design promosso dal Salvatore Naldi Group in collaborazione con il TADS Tarì Design School, la scuola di alta formazione del Consorzio Orafo Il Tarì. Una serata di gala che avrà come fulcro dell’evento un’asta benefica destinata all’ospedale pediatrico Santobono attraverso l’Abio Associazione per il bambino in ospedale: saranno battute le 41 t-shirt disegnate dagli allievi del Tads, poi “adottate” da stilisti e designer di tutto il mondo. Le creazioni dei giovani talenti della Scuola di design de Il Tarì sono state esposte dal 26 novembre al 18 dicembre alla Sala delle Terrazze del Castel dell’Ovo, nel capoluogo partenopeo. I ragazzi si sono ispirati, per i loro progetti, ai suggerimenti, alle idee e ai commenti degli ospiti dell’hotel tra maggio e settembre, per creare identità diverse della città partendo dallo sguardo dei turisti in visita.

Autografate da grandi stilisti come Renzo Rosso, Alessandro Dellacqua, Gianni Molaro e Maurizio Marinella, e pertanto dal valore duplicato, le t-shirt sono state regalate all’Abio: il ricavato dell’asta di sabato sosterrà le attività dell’associazione, tra cui la realizzazione di una sala gioco presso il reparto di Urologia del Santobono. “Il Salvatore Naldi Group ci ha coinvolto nel progetto fin dall’inizio – commenta Vincenzo Giannotti, presidente di TadsTarì Design School e abbiamo subito sposato l’idea di un design innovativo votato ad attività benefiche. Naturalmente lo abbiamo fatto con gli strumenti che abbiamo a disposizione, e cioè la creatività, la formazione e le competenze dei nostri allievi. È un modo per unire le forze positive coinvolgendo le tante anime della città”.

Le t-shirt sono state oggetto di un concorso, la cui giuria era formata da grandi nomi internazionali della moda: Alessandro dell’Acqua, Renato Balestra, Renzo Rosso (Diesel), Antonio Paone (Kiton), Frankie Morello, Albino D’Amato, Nino Lettieri, Gianni Molaro, Ernesto Esposito, Mariano Rubinacci, Maurizio Marinella, Elio Fronterrè; presidente, il pluripremiato designer Karim Rashid. Prima classificata, la creazione della designer Rossella Granata (“adottata” dal presidente della giuria): il suo progetto raffigura un cuore rosso a contrasto con una montagna di spazzatura nera, immagine provocatoria che sottolinea le contraddizioni della città di Napoli. Secondo posto ex aequo per Igea di Leone, Chiara Montanaro e Domenico Parolisi, terzo posto per Marina Iodice.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *