di


Romain Jerome, un pezzo unico ispirato al vulcano islandese Eyjafjallajökull

È il vulcano islandese Eyjafjallajökull il grande simbolo del nostro tempo. Parola di Romain Jerome, che ha prodotto un pezzo unico ispirato all’evento che ha paralizzato i cieli di tutta l’Europa per un tempo più lungo del blocco post 11 settembre.

Il vulcano esplode, copre il vecchio continente di polveri e, in pochi giorni, eccolo qui: Eyjafjallajökull-DNA, un orologio, anzi, un “objet d’art” come solo la maison svizzera sa farne, realizzato con la cenere originale proveniente dalla terra del ghiaccio.

Porta sempre il nome di Romain Jerome l’arte di coniugare tecnica, genialità e, soprattutto, attualità. Un omaggio alla vulnerabilità del mondo, il ricordo del 21esimo secolo.

Il quadrante è nero, come i cieli d’Europa dopo l’esplosione, e frastagliato, dalla superficie irregolare interrotta, a sinistra, dal rosso fuoco della lava espulsa dal vulcano che, come effetto stilistico, dà fuoco al tempo, tenuto prigioniero in una lunetta in acciaio e cenere.

La parte estrema delle lancette sembra ricordare la forma degli aerei, prime vittime di questa calamità naturale che, a distanza di una settimana, ancora produce conseguenze.

Conservando ricordi di fuoco e lava, invasi da potenti immagini di polvere e vento, e testimoni delle energie primordiali della natura e della vulnerabilità umana, il quadrante è realizzato con la cenere di Eyjafjallajökull: a garantirne l’autenticità, un certificato sulla provenienza delle rocce e dei residui polverosi.

Una leggenda contemporanea, come quella del Titanic, il viaggio sulla luna o la crisi economica mondiale, tutti eventi immortalati in pezzi unici Romain Jerome nella collezione DNA, linea che fotografa la storia e le aggiunge un carattere emozionale fortissimo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *