di


Roger Dubuis, il temperamento dell’Excalibur 36 lo decide il colore

La disposizione a raggiera degli indici è doppiamente strategica: la stilizzazione dei numeri romani ha  funzione decorativa, al contempo esalta l’impatto cromatico dell’impianto. Difatti il temperamento dell’Excalibur 36 è deciso dal colore, determinato innanzi tutto dalle gemme incastonate sulla lunetta (in titanio con rivestimento DLC, come la cassa di 36 mm) e declinato nei quattro diversi toni del quadrante, secondo il rispettivo modello, in abbinamento con il cinturino in alligatore.

Roger Doubouis -DBEX0595_1493618-minQuindi quadrante guilloché soleil con trattamento galvanico nero, oppure laccato bianco, ciascuno rifinito da 48 diamanti per circa 1 carato; o ancora guilloché soleil con rivestimento PVD blu intenso o PVD magenta acceso, con rispettivi 48 zaffiri blu (1,5 carati circa) o 48 zaffiri rosa (1,31 carati circa). Vi batte il calibro meccanico a carica automatica (massa oscillante in oro) RD830, con riserva di 48 ore.

Roger Doubois DBEX0594 (2)-min

Roger Dubuis, la Manifattura ginevrina che sigla gli 88 esemplari dell’Excalibur 36, ha purtroppo annunciato di recente la scomparsa del suo fondatore, Monsieur Roger Dubuis, avvenuta il 14 ottobre scorso. Pur dovendo rinunciare ad una guida lungimirante ed audace,  la Maison ha comunque i numeri per continuare nel solco di una tradizione salda, che le ha consentito affermazioni autorevoli nel mercato di riferimento. La distribuzione worldwide è oggi assicurata da boutique monomarca oltre che da una rete di rivenditori autorizzati.

Roger Douboix- BEX0593-min

 

www.rogerdubuis.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *