di


Roberto Demeglio, fatturato 2015 oltre i 6 milioni di euro

Il rinnovato assetto societario porta un andamento positivo: in un anno le maestranze orafe del marchio hanno lavorato 518.960 diamanti per un totale di oltre 7.200 carati

Economia_Roberto Demeglio_disegno

Positivo l’andamento del primo anno con il rinnovato assetto societario: la Roberto Demeglio Spa annuncia la chiusura dell’esercizio 2015 con un andamento positivo sia economico sia commerciale, con un fatturato che ha superato il tetto dei 6 milioni di euro. Segnale significativo della nuova direzione intrapresa dall’azienda, nata per volontà dello stesso Roberto Demeglio, designer orafo di fama internazionale, e dei soci a lui vicini. Le maestranze operanti esclusivamente nel distretto orafo valenzano in un anno hanno lavorato 518.960 diamanti per un totale di oltre 7.200 carati, un autentico inno al Made in Italy che alla diffusa delocalizzazione della produzione risponde puntando sull’elevata specializzazione e l’ottimizzazione di ogni fase produttiva.

“Queste cifre dicono che abbiamo imboccato la strada giusta – commenta Alberto Ansaldi, amministratore delegato della società -. Ad esaminare i risultati dell’anno appena trascorso, i dati paiono confortare il progetto di riorganizzazione intrapreso di recente. Ma ancor più dei numeri, sono le prospettive che confortano. Il mercato nazionale e internazionale – nel quale si concentra oltre il 70% dell’attuale fatturato – manifesta una grande accoglienza verso la nostra proposta di prodotto, una gioielleria fondata su un innovativo processo progettuale e produttivo interamente Made in Italy”.

Economia_ritratto Roberto Demeglio
Il designer Roberto Demeglio

Attraverso un adeguato supporto finanziario e la guida di un management preparato, l’obiettivo primario della società è raggiungere un significativo sviluppo distributivo su scala internazionale. In termini economici, il percorso di crescita punta a centrare nel biennio 2016/ 2017 un fatturato a doppia cifra tale da garantire margini operativi intorno al 20%, alla portata della società anche grazie al suo ottimizzato assetto organizzativo.

“Siamo molto motivati e convinti che la valorizzazione del Made in Italy sia il punto di forza dei gioielli che portano il mio nome – aggiunge Roberto Demeglio, partito dal piccolo laboratorio orafo di Via Calandra a Torino -. C’è molta Torino in tutto ciò che invento e che poi prende vita nei laboratori in azienda, devo molto alla mia città d’origine che tutt’oggi apporta un contributo tecnico e specializzato fondamentale. Insisto inoltre nell’affermare l’importanza di fare ricerca costante per rendere i gioielli il più possibile contemporanei nei materiali e funzionali nell’utilizzo. Accogliamo i risultati del 2015 come uno stimolo importante a continuare in questa direzione”.

Arte orafa e innovazione, artigianato artistico ed elevati studi di ingegnerizzazione sono i valori tecnici e commerciali alla base dell’obiettivo di crescita nei mercati nei quali la società già opera, in particolare Stati Uniti e Nord Europa. Sui medesimi asset l’azienda punta per approcciare altri mercati, su tutti l’area del Far East, anche attraverso partnership strategiche con operatori locali.

www.robertodemeglio.it

Economia_Roberto Demeglio_DIVA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *