di


RJ-Romain Jerome celebra il “Dia de los Muertos”

Ogni anno in Messico le celebrazioni in onore dei morti illuminano l’intero paese, un evento che è stato dichiarato “patrimonio culturale immateriale dell’umanità”. Il “Día de los Muertos” è la data più importante nel calendario messicano ma si deve tornare indietro di 3500 anni per trovare le sue origini, quando era un rito pagano di origine azteca miscelato ai costumi dei colonizzatori spagnoli, quando la gente onorava i morti ballando, cantando e donando offerte destinate alle esigenze dei defunti. Oggi il “Día de los Muertos” coincide con le celebrazioni cristiane Ognissanti all’inizio di novembre e per i messicani è rimasta un’occasione per ridere della morte.
RJ-Romain Jerome ha reso omaggio a questa usanza con un orologio in cui ogni dettaglio richiama le feste gioiose e colorate che accompagnano il Giorno dei Morti. Disponibile in due diverse versioni, in edizione limitata a 25 pezzi. Il quadrante si ispira ai “calaverna” -i tradizionali teschi di zucchero-, e riporta un decoro smaltato realizzato con metodo champlevé, in sette colori in ricordo delle sette tappe attraverso cui l’anima deve passare prima di poter riposare in pace. La cassa è in acciaio rivestito in PVD nero, associato ad una lunetta e “zampe” in ceramica nera. Il quadrante lucidato a specchio presenta un’incisione a forma di X emblematico del marchio, insieme con il logo applicato RJ. Il cinturino è in alligatore nero Hornback. I colori cupi di questi diversi elementi evocano quelle delle tenebre e fanno un suggestivo contrasto con i colori brillanti del decoro.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *