di


Rio Tinto trova diamante da 187 carati alle porte del Circolo Polare Artico

Presentato a Londra, The Diavik Foxfire è stato scoperto nella miniera di Diavik, in Canada. L’ad della compagnia lo definisce “un miracolo della natura”

È uno dei più grandi diamanti mai scoperti in Canada: il suo ritrovamento, presentato a Kensington Palace a Londra, è stato annunciato dalla compagnia mineraria Rio Tinto (proprietaria al 60% della miniera): la pietra grezza pesa 187.7 carati ed è stata ribattezzata “The Diavik Foxfire” dal nome della miniera (220 chilometri a sud del Circolo Polare Artico).

“Siamo lieti di presentare questo straordinario diamante canadese da due miliardi di anni – ha detto Jean-Marc Lieberherr, amministratore delegato Rio Tinto Diamonds -. Le sue antiche origini, unitamente alla forza d’animo, alla perizia e alla tecnologia innovativa necessaria per portare alla luce un diamante in un ambiente subartico, ne fanno un vero miracolo della natura”.

“In un panorama così incontaminato e prezioso per gli stili di vita tradizionali –  ha detto il presidente della miniera Marc Cameronabbiamo visto e continuiamo a vivere una collaborazione ispirata tra le popolazioni indigene locali e una compagnia mineraria moderna”. Le comunità locali, infatti, sono state ampiamente consultate sul funzionamento e l’impatto della miniera di Diavik.

The Diavik Foxfire sarà in mostra a Londra prima di tornare ad Anversa per un’attenta valutazione e la pianificazione della prossima tappa. È probabile che il diamante grezzo da 187,7 carati darà vita a un diamante lavorato molto grande, destinato probabilmente ad un pezzo esclusivo di gioielleria.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *