di


“Ricominciamo”, il gioiello nato dal terremoto

L’orafo Domenico Tranzocchi e sua moglie si sono ritrovati senza casa né laboratorio e lanciano un messaggio di speranza nelle nuove collezioni in argento

ricominciamo_gioielli_terremoto_ciondoli-e-bracciali-min

“Dopo le scosse del 26 e 30 ottobre, io e mia moglie, artigiani orafi, ci siamo ritrovati con casa, laboratorio e negozio inagibili. Dopo lo smarrimento iniziale capisci che in certe situazioni bisogna reagire e non piangersi addosso”. A parlare è Domenico Tranzocchi, orafo di Pievebovigliana che a causa del terremoto di pochi mesi fa ha dovuto iniziare daccapo. Ma non si è perso d’animo e insieme alla compagna e collega ha lanciato alcune simboliche collezioni di gioielli per trasmettere un messaggio di speranza e ricostruzione.

ricominciamo_gioielli_terremoto_cuore-min

“Con l’aiuto dei nostri cari amici e colleghi abbiamo realizzato dei portachiavi in argento 925 con l’immagine in basso rilievo del monte Vettore con la piana di Castelluccio e la famosa spaccatura, come simbolo del cambio subito dal territorio”, prosegue Tranzocchi, che contemporaneamente ha realizzato anche la linea “Ricominciamo. Oltre ogni scossa”. Ciondoli con le immagini più rappresentative dei borghi colpiti dal sisma del 2016 (Pievebovigliana, Camerino, Nemi, Muccia, Pieve Torina, Visso, Ussita, Fiastra e Fiegni) incisi su cuori in argento 925 e montati accuratamente su bracciali, girocolli e portachiavi.

ricominciamo_gioielli_terremoto_-min

Pur lavorando in condizioni molto difficili, il prodotto sta avendo successo e la coppia ne garantisce anche la consegna di persona nelle zone limitrofe. Per avere informazioni su come acquistare i gioielli il contatto è 348-0852494.

ricominciamo_gioielli_terremoto_danni-min
Il negozio di Domenico Tranzocchi reso inagibile dal sisma del 2016

ricominciamo_gioielli_terremoto_pendente-min


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *