di


Richemont apre ai concorrenti per un e-commerce congiunto del lusso

Apre ai gruppi concorrenti per la creazione di una piattaforma sinergica del lusso Johann Rupert, presidente esecutivo di Richemont. Nel discorso di apertura all’FT Business of Luxury Summit in corso a Montecarlo fino a oggi, il numero uno del gruppo ha detto di aver invitato i colossi del lusso Lvmh e Kering a investire nel gruppo che nascerà dalla combinazione tra Yoox e Net-a-Porter. Pochi mesi fa l’annuncio della fusione tra Yoox e Richemont, azionista di controllo di Net-a-Porter, per la creazione, tramite l’impegno dei due retailer online, di un big dell’e-commerce del lusso.

johann rupertQuando fu diffusa la notizia dell’operazione, Yoox e Richemont avevano detto che avrebbero cercato un altro investitore del lusso per sostenere il nuovo gruppo. “Ho parlato con Arnault – ha detto, riferendosi all’amministratore delegato di Lvmh -, ho parlato con Kering… Abbiamo bisogno di una piattaforma che sia abbastanza grande per il settore dei beni di lusso. Voglio creare una piattaforma che sia aperta a tutti, adesso sta a loro (Lvmh e Kering). Penso che la partita sia troppo grossa perché domini una sola società”, ha proseguito il vertice di Richemont (in foto a sinistra).

Secondo Rupert, anche Chanel potrebbe unirsi alla piattaforma o ad altra realtà dello shopping online che potrebbe essere creata per esibire il lavoro artigianale che caratterizza i beni di lusso. Nella newco che nasceràYoox Net-a-Porter GroupRichemont controllerà il 50% del capitale ma solo il 25% dei diritti di voto, per garantirne una maggiore indipendenza. Il closing dell’operazione, annunciata in marzo, è atteso in settembre.

Rupert ha parlato del progetto anche al momento della presentazione dei dati economici della società, pochi giorni fa, da cui è emerso che le vendite dei marchi del gruppo (tra cui Piaget, Baume&Mercier, IWC, Jaeger-LeCoultre, Vacheron Constantin) sono cresciute del 4% a 10.410 milioni di dollari soprattutto in Europa, Medio Oriente e nelle Americhe“La fusione delle due aziende creerà una piattaforma indipendente – ha detto –, più forte e diversificata per una clientela raffinata in cerca di moda di lusso online. Inoltre, così come i modelli di business consolidati vengono disturbati dai giganti tecnologici, crediamo che sia importante puntare in alto per proteggere l’unicità del settore lusso”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA