di


Regione Campania: finanziamenti agevolati per le imprese artigiane

La Regione Campania ha emanato un bando per la concessione di finanziamenti agevolati, al tasso dello 0,50%, alle imprese iscritte all’Albo Artigiani di qualsiasi settore.


Il Bando ha una dotazione di 27 milioni di euro e finanzia programmi di investimento di importo compreso tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 250.000,00 a copertura del 100% del programma di investimenti ammissibile.
I finanziamenti sono finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo e/o miglioramenti negli standard ambientali.

Ecco i punti principali del bando.

DESTINATARI DELLE AGEVOLAZIONI

Le imprese con sede in Campania regolarmente iscritte all’albo delle imprese artigiane.

SETTORI AMMISSIBILI

Tutti i settori, tranne quelli esclusi dalla normativa comunitaria (Pesca, Agricoltura, Trasformazione prodotti agricoli, Cantieri navali, Siderurgia).

INVESTIMENTI AMMISSIBILI

I finanziamenti devono essere collegati a programmi di investimento riguardanti:

Beni materiali nuovi: impianti (generici e specifici); macchinari; attrezzature; mobili e arredi; mezzi e attrezzature di trasporto strettamente necessari e funzionali allo svolgimento dell’attività (ai sensi del Regolamento de minimis, è escluso l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi); opere murarie e assimilate per l’ampliamento, ammodernamento della sede operativa e per l’installazione di macchinari ed attrezzature. Non sono comunque ammissibili programmi di investimento che prevedano unicamente opere murarie e assimilate;
Beni immateriali: software commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa, anche finalizzati al commercio elettronico; siti web; realizzazione di show rooms virtuali; brevetti, banche dati, know how e licenze d’uso concernenti nuove tecnologie di processo o di prodotto, acquisizione di sistemi di certificazione;
Circolante (nel limite del 20% dell’investimento complessivo): materie prime, semilavorati, prodotti finiti; servizi e consulenze specialistiche (purché prestate da consulenti esterni).
Attenzione: sono ammissibili solo gli investimenti avviati successivamente alla sottoscrizione del Contratto di finanziamento; gli investimenti realizzati in precedenza non sono agevolabili.

CARATTERISTICHE DELLE AGEVOLAZIONI

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento a tasso agevolato di importo compreso tra un minimo di € 25.000,00 e un massimo di € 250.000,00 a copertura del 100% del programma di investimenti ammissibile. Per programmi di investimento superiori alla suddetta soglia, l’importo massimo concedibile è comunque di 250.000,00 Euro.

Il finanziamento prevede le seguenti condizioni:

  • Durata: 7 anni con 24 mesi di periodo di differimento decorrenti dalla data di erogazione della prima tranche del finanziamento. Nel suddetto periodo di differimento, il beneficiario non paga alcuna rata e i relativi interessi di differimento vengono suddivisi in quote uguali su ciascuna rata del piano di ammortamento.
  • Rimborso: rate trimestrali a quote capitale costanti (ammortamento italiano) e posticipate (31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre di ciascun anno).
  • Tasso di interesse: 0,50%.
  • Garanzie: personali all’atto di sottoscrizione del Contratto di finanziamento.

Le agevolazioni sono concesse ai sensi del Regolamento de minimis, per il quale ciascuna impresa non può superare il valore di 200.000 euro di agevolazioni in un triennio.

MODALITA’ DI EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI

L’erogazione avverrà, tramite bonifico bancario, in due tranche:

  • Prima tranche: pari al 60% dell’investimento ammesso, alla firma del Contratto di finanziamento;
  • Seconda tranche (saldo): pari al rimanente 40% dell’investimento ammesso, entro 6 mesi dalla data di erogazione della prima tranche.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di agevolazione potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 19 giugno 2014 e fino al 30/09/2014, attraverso lo sportello telematico accessibile ai seguenti indirizzi:
www.sviluppocampania.it
www.porfesr.regione.campania.it
www.economia.campania.it
È possibile registrarsi sui siti indicati dal 20 maggio 2014 e compilare le domande dal 4 giugno 2014.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande saranno accolte secondo l’ordine cronologico di invio, purché la domanda sia ritenuta ammissibile con riferimento ai seguenti criteri :

  • Coerenza tra il know how e le competenze ed esperienze professionali e tecniche della compagine sociale ed il progetto
  • Coerenza del programma di investimento rispetto all’introduzione di innovazioni di processo e/o miglioramenti negli standard ambientali.
  • Validità e sostenibilità tecnica, economica e finanziaria del progetto anche in riferimento alla capacità di restituzione del prestito, del livello di innovatività del prodotto/servizio offerto e del suo potenziale di sviluppo, dell’ammissibilità e pertinenza delle spese relative al programma di investimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *