di


Record di aziende, White amplia le location

Il Tortona Fashion District si arricchisce di due spazi nuovi. Diverso anche il timing (un giorno in più) per l’evento in calendario dal 22 al 25 settembre

White_Milano__Press_Conference-min
Da Sinistra: Efisio Rocco Marras, Designer I’M Isola Marras; Beppe Angiolini, titolare Sugar Arezzo; Massimiliano Bizzi, Founder WHITE; Cristina Tajani, assessore Moda Comune di Milano; Giuseppe Mazzarella, Responsabile per l’Internazionalizzazione Confartigianato Imprese; Brenda Bellei Bizzi, Ceo M.Seventy; Sabrina Mandelli, Designer Ssheena

Record di espositori alla prossima edizione di White Milano, che amplia le location e allunga di un giorno la durata della manifestazione. Le aziende partecipanti salgono a quota 532 (+ 6,4%) e i due nuovi spazi del Tortona Fashion District sono l’hub di Tortona 31/Archiproducts e lo spazio per progetti speciali ed eventi all’interno della Camera Italiana Buyer Moda, che si aggiungono alle tre location già consolidate.

L’appuntamento è dal 22 al 25 settembre, un giorno in più in previsione della fashion week milanese, che vede allineate tutte le realtà di settore grazie al MISE. Il numero record di 532 espositori (368 provenienti dall’Italia e 164 esteri, + 6,4% totale, a parità di edizione), attesta il ruolo di protagonista del salone nel panorama del womenswear internazionale. Ssheena è lo Special Guest di Settembre con una Urban Catwalk nel cuore di Milano (realizzata con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico, ICE Agenzia, di Confartigianato Imprese – partner di WHITE – e con il patrocinio del Comune di Milano), mentre Efisio Rocco Marras è lo Special Designer, con il nuovo corso di I’M Isola Marras.

La manifestazione dedicata al womenswear e agli accessori è organizzata in partnership con Confartigianato Imprese e patrocinata dal comune di Milano: è un’edizione speciale dal momento che WHITE partecipa al grande progetto voluto dal Ministero dello Sviluppo Economico, evento valorizzato anche dal format “MILANO XL – La festa della creatività italiana”.

“Lo sviluppo e la continua crescita di WHITE, in questi anni, dimostra come la collaborazione con il Comune di Milano abbia permesso di valorizzare la creatività di tanti talentuosi stilisti, che qui possono presentarsi al mondo sperimentando nuovi linguaggi espressivi che si tramutano in opportunità di mercato e di stile – così commenta l’Assessore alla Moda e Design del Comune di Milano, Cristina Tajani con i suoi 532 brand, WHITE dimostra come sia vivo l’interesse degli operatori italiani, ma soprattutto stranieri nello scegliere Milano quale miglior vetrina per presentare le proprie idee e creazioni. Quest’anno – conclude l’Assessore Tajani – grazie alle installazioni di “Milano XL”, presenti in città nei giorni delle sfilate, vogliamo raccontare ai cittadini e a tutti gli amanti del ben fatto l’impegno congiunto di Istituzioni e di tutti gli operatori del comparto moda nel valorizzare il nostro grande patrimonio manifatturiero fatto di know-how, produzione e creatività che contraddistingue il made in Italy nel mondo”.

White_giorgiofabiani-min
Giorgio Fabiani tra i brand di White

Così la prossima edizione avrà la forza di 532 marchi,  di cui 368 provenienti dall’Italia e 164 esteri su una superficie allestita di 20.500 mq (+2,5%, rispetto a settembre 2016). “L’apertura di una delle edizioni più rilevanti della fashion week milanese vede WHITE coinvolto nel grande progetto del MISE – specifica Massimiliano Bizzi, Founder di WHITE – grazie al quale tutte le fiere di settore sono riunite nelle date della settimana della moda, evento valorizzato anche dal progetto, MILANO XL – La festa della creatività italiana. Questo dimostra un’attenzione per il nostro settore che ci deve riempire di orgoglio e che ci spinge a essere ottimisti sul ruolo di Milano nel fashion system internazionale. WHITE si è preparato a questo grande appuntamento portando la manifestazione a quattro giorni e con un calendario eventi importante. Inaugurando, due nuove location e con un grande show di richiamo proprio nella città e per la città. In più, l’incessante scouting effettuato a livello internazionale ha permesso di raggiungere un numero record di espositori, aumentendo anche il livello qualitativo. Sono convinto che si stia aprendo un nuovo corso per la moda e per Milano”.

Internazionalizzazione ma non solo, a WHITE, che punta molto anche sulla valorizzazione e promozione del Made in Italy grazie alla collaborazione con partner istituzionali, quali Confartigianato Imprese e Ice – Agenzia. “Il respiro internazionale di WHITE si è evoluto nel corso degli anni grazie all’incessante lavoro di promozione svolto dal Salone – dichiara Brenda Bellei, ceo di M. Seventy, ente organizzatore della manifestazioneE oggi WHITE è un appuntamento imprescindibile per i buyer internazionali, sempre più presenti su Milano. Questo importante risultato è il frutto di logiche promozionali rivolte all’estero, come i road show che abitualmente il salone organizza nelle piazze più appealing, ma anche per merito della proficua collaborazione intrapresa già da tempo con Ice – Agenzia e rivolta all’incoming dei buyer”.

Il focus sul know-how italiano si esprime nelle due aree realizzate da WHITE in collaborazione con Confartigianato Imprese, nell’ambito del progetto MIAC – Moda Italiana Aziende Contemporary. Alla WHITE LOUNGE di Tortona 27, va in scena una selezione di marchi di abbigliamento e accessori creati da rinomate aziende del made in Italy, mentre il nuovo format on stage a WHITE STUDIO, all’ex Ansaldo di Tortona 54, presenta 11 giovani maison italiane, già messe in luce dai concorsi internazionali, che al salone usufruiscono di un asset in più: la collaborazione intrapresa con 9 top retailer italiani che hanno selezionato altrettanti promettenti designer da supportare, rafforzando, di fatto, l’immagine del nuovo ready-to-wear italiano.

www.whiteshow.it

White_ALEXANDRA_DE_CURTIS-min
Alexandra De Curtis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *