di


Primo semestre, Valenza è il miglior distretto italiano

Nei Monitor di Intesa Sanpaolo il comparto piemontese segna un +39,5%. Vicenza resta stabile, Arezzo torna a crescere posizionandosi come seconda realtà distrettuale della regione

Gioiello-min

È stato tanto forte da trainare l’intera regione: secondo i periodici Monitor di Intesa Sanpaolo il distretto orafo di Valenza è stato di gran lunga il migliore distretto italiano nel primo semestre del 2017 con un +39,5%, con esportazioni salite, nel secondo trimestre, a 660 milioni di euro, 220 milioni in più rispetto al secondo trimestre del 2016, grazie soprattutto al balzo dei flussi verso la Francia (+176 milioni) che può essere ricondotto all’avvio della produzione nello stabilimento di Bulgari, parte del gruppo francese LVMH.

Intesa Sanpaolo_Oreficeria valenza-min

Inizio d’anno brillante dunque per il gioiello valenzano: importante anche il contributo della Svizzera (+ 30 milioni di euro pari a +13,8%), maggiore mercato di sbocco dei prodotti orafi del distretto. Nel corso degli ultimi 3 anni il distretto di Valenza ha visto un boom delle esportazioni ed è diventato il distretto orafo italiano che esporta di più se confrontato con Arezzo e Vicenza, che storicamente hanno sempre avuto flussi verso l’estero più corposi. Nel Regno Unito aumento di 6 milioni di euro, rispetto al 2° trimestre 2016 e negli Stati Uniti di 4,7 milioni di euro.

Intesa Sanpaolo_Esportazioni distretti orafi-min

“I distretti piemontesi continuano a registrare performance più che brillanti – sottolinea Cristina Balbo, Direttore regionale Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria Intesa SanpaoloSpicca il contributo determinante dell’Oreficeria di Valenza, ma si distinguono anche alcuni distretti della meccanica e dell’agroalimentare, fondamentali per l’economia della nostra regione. Anche il mercato interno è ripartito. Entro la fine dell’anno ci attendiamo un ulteriore recupero degli investimenti da parte delle imprese, in particolare nei settori agro-alimentare, turistico, ad alta tecnologia, metalmeccanica e automotive”.

Intesa Sanpaolo_Vicenza-min

Resta stabile, con una lievissima flessione, la performance del distretto del gioiello vicentino (-0,3%), che però ha beneficiato dei buoni incrementi registrati negli Stati Uniti (+18,6%) e in Turchia (+40,2%) con i quali ha attutito i nuovi cali evidenziati sui mercati più lontani (Hong Kong, Giordania e Malaysia).

Dopo un 2016 in lieve flessione, torna invece a crescere l’Oreficeria di Arezzo (+46 milioni; +5,1%) che si conferma come seconda realtà distrettuale della regione. Il dato che balza agli occhi è la crescita ottenuta dal distretto nelle esportazioni verso Hong Kong. A fronte di una domanda mondiale di gioielli in crescita (4,9%) grazie in particolare all’impulso derivante dall’incremento di India (+33%) e Hong Kong (+9,4%), il distretto orafo di Arezzo conferma tassi di crescita intorno al 5% e, nonostante il protrarsi del calo delle esportazioni verso gli Emirati Arabi Uniti (-9,3% nel primo semestre 2017, -16,4% nel 2016 e in riduzione del 42% rispetto al picco raggiunto nel primo semestre 2014), riesce a incrementare il valore delle esportazioni in mercati come Hong Kong (+32,7%), Turchia (+21,7%) e Repubblica Dominicana (+23,0%).

Intesa Sanpaolo_Arezzo-min


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *