di


Preziosi usati, ad Arezzo seminario con Federpreziosi

Lunedì 9 ottobre alle 15 un incontro di approfondimento sulle nuove norme dedicate alla compravendita di oggetti preziosi usati entrate in vigore a luglio

vetrina-gioielli-min

Le nuove norme sulla compravendita e permuta di oggetti preziosi usati sono entrate in vigore il 5 luglio scorso, ma su alcuni aspetti della normativa persistono ancora dubbi e perplessità tra orafi, argentieri e gioiellieri. Ecco perché Confcommercio Arezzo e Federpreziosi hanno organizzato per lunedì prossimo – 9 ottobre – un seminario gratuito di approfondimento: l’appuntamento è alle ore 15 nella sede aretina di Confcommercio in via XXV Aprile.

All’incontro, aperto a tutti gli operatori del settore, parteciperanno Steven Tranquilli, direttore di Federpreziosi, il Ten. Col. Peppino Abruzzese e il primo dirigente della questura di Arezzo Maria Letizia Tomaselli per chiarire gli aspetti del nuovo Decreto Legislativo n.92 del 2017, il cui impianto sanzionatorio prevede multe fino a 50.000 euro.

Tra i rivenditori il testo crea non poche preoccupazioni soprattutto in merito al da farsi per le tante pratiche burocratiche come l’obbligo di iscriversi all’apposito registro degli operatori, l’obbligo di identificare il cliente e quello di descrivere l’oggetto prezioso scambiato, anche mediante documentazione fotografica. Incombenze che spingerebbero molti commercianti a non accettare più dai propri clienti, per esempio, un prezioso usato da aggiustare (vecchia fede nuziale da allargare, chiusure da sostituire in bracciali e collane, …) o da permutare con uno nuovo.

Per coloro che vorranno partecipare è gradita la conferma alla segreteria provinciale Federpreziosi-Confcommercio Arezzo, al numero di telefono 0575 350755 oppure per email all’indirizzo [email protected]

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA