di


Preziose tentazioni all’asta

Il tradizionale appuntamento con l’asta di gioielli e orologi di Finarte presenta, come è consuetudine, quasi quattrocento lotti, con un’ampia scelta di modelli, stili e prezzi.

Tra i numerosi gioielli in catalogo spiccano alcuni esemplari di grande bellezza. Ad esempio, un prezioso anello in oro bianco con parte superiore in brillanti e diamanti taglio taper, centrata da uno zaffiro ottagonale (zaffiro: 14 carati circa, diamanti: 4 carati circa, stima: 12/15.000 euro); un anello in platino con smeraldo ottagonale, contornato da un giro di dodici diamanti a goccia (smeraldo: 4,60 carati circa, diamanti: 4,50 carati circa, stima: 15/20.000 euro); un anello in oro bianco con brillante da 1,70 carati circa (stima: 9/12.000 euro). Gli amanti delle creazioni degli artisti del XX secolo apprezzeranno i due gioielli disegnati da Giò Pomodoro, vere e proprie sculture da indossare: un bracciale in oro giallo e bianco a motivo centrale stilizzato (stima: 9/12.000 euro); una spilla a disegno stilizzato in oro giallo (stima: 5/6.000 euro)

Parure composta da spilla a clip e orecchini raffiguranti gardenie in oro a tre colori con pistilli in brillanti, firmata da Gianmaria Buccellati (brillanti 2,30 carati circa, stima: 3/3.500 euro)

Meritevole anche per il prestigio della “firma”, una parure composta da spilla a clip e orecchini raffiguranti gardenie in oro a tre colori con pistilli in brillanti, firmata da Gianmaria Buccellati (brillanti 2,30 carati circa, stima: 3/3.500 euro). Firmata da Faraone è invece la collana in oro giallo formata da maglie aperte in zaffiri carré che si alternano a maglie in brillanti con diamanti ovali che fungono da elementi di congiunzione (zaffiri: 26 carati circa, diamanti: 20 carati circa, stima: 28/35.000 euro); un bracciale in oro giallo formato da maglie aperte in zaffiri carré che si alternano a maglie in brillanti con diamanti ovali che fungono da elementi di congiunzione (zaffiri: 8,40 carati circa, diamanti: 6 carati circa, stima: 7/8.000 euro); un paio di orecchini in oro giallo di linea geometrica, ciascuno a due maglie aperte in zaffiri carré e brillanti con due diamanti ovali (diamanti: 4 carati circa, stima: 6/7.000 euro).

In perfetto stile anni ’30 è una spilla a doppia clip firmata Cusi, di linea geometrica in platino, brillanti, diamanti baguettes e taglio carré (diamanti 8,50 carati circa, stima: 4/6.000 euro).
Estremamente raffinata ed elegante la collana girocollo a tre fili di perle coltivate, con fermezza laterale costituita da tre fiori in oro bianco e pavé di brillanti, ognuno con tre brillanti centrali di dimensione maggiore montati a castone singolo (perle: mm. 8/8,5, brillanti: 15 carati circa, stima: 10/15.000 euro).

Da segnalare inoltre una piccola raccolta di gioielli del XIX secolo, tra cui alcuni cammei e intagli, con stime assai interessanti, inferiori ai 700 euro.
Per il pubblico maschile, all’asta alcuni gemelli da polso e orologi, tra cui un Rolex Crono da polso in oro 18 Kt, stimato 9/12.000 euro e un Rolex Day-Date da polso in oro 18 Kt, stimato 4.500/5.500 euro. Infine, un lotto di venticinque monete d’oro, valutate 2.700/3.200 euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *