di


Premio Armando Piccini – Heritage for the Future

 Prima edizione del contest voluto ed organizzato dalla Fratelli Piccini, con il supporto di OMA - Osservatorio Mestieri d’Arte e di LAO - Le Arti Orafe Jewellery School, per avvicinare i giovani alla tradizione

Questa sera, sulla terrazza del Ponte Vecchio, accanto alla sede storica della Maison fiorentina, una giuria di esperti composta da Arti Orafe: Elisa Tozzi Piccini, Artigianato Artistico: Neri Torrigiani, Design: James T. Martin, Moda: Andrea Cavicchi, Lifestyle: Alejandra Cicognani, premierà i 3 lavori vincenti selezionati tra quelli pervenuti dei partecipanti di nazionalità italiana con un’età compresa tra i 18 e 29 anni, che con creatività, abilità tecnica, identità, stile e vestibilità hanno reinterpretato uno dei gioielli del trittico noto come ‘Leggerezza’, spille a forma di colibrì disegnate da Armando Piccini, l’artista orafo che a soli 22 anni si aggiudicò il primo premio alla ‘Biennale di Venezia’ del 1936 con quattordici gemme incise a mano, esposte oggi presso il Museo ‘Il Tesoro dei Granduchi’ a Palazzo Pitti, oltre a due International Diamond Award a New York e Buenos Aires. Primo classificato Monica Ricci, secondo classificato, Lucrezia Matteucci, premio speciale assegnato da Elisa Tozzi Piccini a Diletta Fiaschetti. I corsi si terranno presso la sede di LAO – Le Arti Orafe Jewellery School. La premiazione sarà anche l’occasione per presentare in anteprima la seconda edizione del Premio Armando Piccini, un concorso che apre le sue porte a tutti gli aspiranti designer a livello internazionale.

www.fratellipiccini.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA