di


Ponte Vecchio chiude per una sera. Manetti: “Iniziative che danno lustro se ben organizzate”

La presidente del gruppo orafi di Confcommercio del capoluogo toscano mette l’accento sul problema sicurezza: chieste telecamere nelle strade

Ponte Vecchio chiude per una sera e scoppiano le proteste. Il celebre luogo fiorentino che da secoli simboleggia l’anima della città sabato scorso è stato ‘affittato’ dal Comune di Firenze per una festa della Ferrari, scatenando le polemiche di cittadini e negozianti soprattutto per la mancanza di informazione. Ponte Vecchio è rimasto off limits dalle 17 alle 23.

Su Facebook è stata aperta una pagina “Ponte Vecchio Bene Comune” per protestare contro l’iniziativa. Sara Manetti, presidente degli Orafi di Confcommercio Firenze, però non è del tutto in disaccordo con l’iniziativa del Comune. “Non ci occupiamo direttamente della zona – spiega Manetti, recentemente rieletta nel Consiglio della Confcommercio fiorentina – che è gestita da un’altra associazione. Capisco le difficoltà oggettive provocate dalla chiusura del ponte, ma si tratta di iniziative che danno pregio alla città. Le sosteniamo finché, però, siano gestite secondo le regole e senza apportare danno ai negozianti”.

Sara Manetti

Sara Manetti mette l’accento piuttosto su un’altra problematica: la sicurezza. “Siamo nuovamente costretti a richiedere al Comune l’installazione di telecamere in strada – dice –, vista la totale assenza in alcuni casi del senso civico e convinti che sarebbero d’aiuto anche alle forze dell’ordine per identificare chi non ha rispetto della nostra città”. La presidente degli orafi fiorentini si riferisce all’episodio che un paio di giorni ha visto alcuni vandali imbrattare muri del centro storico durante una manifestazione. “È demotivante vedere i commercianti  – conclude Manetti – che, a proprie spese ed a caro prezzo, dedicano anche molto del proprio tempo libero e di lavoro nell’organizzare eventi ed iniziative che diano lustro alla città, quando basta un gruppo di vandali a danneggiare alcune delle vie più belle del mondo”.

La presidente degli orafi è stata recentemente rieletta in seno al Consiglio di Confcommercio Firenze, che ha scelto anche il nuovo presidente. Si tratta di Jacopo De Ria, fiorentino, 44 anni, laureato in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, titolare di una agenzia di viaggio sul lungarno e presidente di FIAVET Toscana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *