di


Più sicurezza in gioielleria con i sistemi anti-taccheggio a radio frequenza

Tante le soluzioni ideate dalle aziende per tracciare gli oggetti preziosi e proteggere i negozianti da furti con destrezza

Basta scorrere le pagine dei giornali o i principali notiziari on line per avere una idea del numero di furti e rapine cui sono soggette le gioiellerie e le orologerie, nelle grandi città come nei piccoli centri. La sicurezza è diventata sempre più una priorità di cui tenere conto nelle attività di commercio al dettaglio: molto spesso i gioiellieri sono vittime di furti con destrezza, in situazioni in cui persone apparentemente insospettabili riescono a portar via preziosi, orologi e altri oggetti senza che il negoziante si accorga di nulla e malgrado i sistemi classici di sorveglianza.

Sul mercato si stanno diffondendo sempre più sistemi anti-furto e anti-rapina come quello ideato dall’azienda milanese Hypertronic, basato sulla tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification o Identificazione a radio frequenza). Si chiama Jewel Touch, un sistema antitaccheggio invisibile  studiato per evitare il furto con destrezza nelle gioiellerie, permette di avere un controllo costante degli oggetti posizionati sul banco d’esposizione e rilevarne, attraverso un’interfaccia grafica e un segnale acustico, l’eventuale rimozione.

Il software della Hypertronic

Da un monitor è possibile riconoscere con immediatezza le caratteristiche degli oggetti e visualizzare in tempo reale la loro presenza. Molti degli strumenti che le aziende stanno realizzando per ridurre furti e rapine – come anche il sistema RFID Jewel Guard della Eprojetech o quello di Spyproject – contemplano delle modalità di protezione pensate appositamente per i gioielli, consentendone la tracciabilità e, in quelli più sofisticati, anche l’inventario.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *