di


Pitti Uomo, per quattro giorni Firenze ridisegna la moda maschile

Da domani a venerdì l’evento che accoglie oltre 1000 marchi del menswear ma anche 64 collezioni donna

Per quattro giorni Firenze sarà la capitale mondiale della moda maschile: da domani a venerdì va infatti di scena la 84esima edizione di Pitti Uomo per disegnare la mappa del menswear contemporaneo e la stessa geografia del salone, puntando ancora di più sul prodotto e sugli stili che in questo momento trainano il mercato.

Tra le novità, la strategica location Fortezza da Basso, presso l’Arena Strozzi: in totale saranno 1043 i marchi di Pitti Uomo, cui si aggiungono le 64 collezioni donna protagoniste a Pitti Immagine W. A caratterizzare il panorama delle aziende una forte internazionalità: gli espositori esteri raggiungono il 40%, complessivamente da 30 paesi. Stessa internazionalità per il pubblico dei buyer: all’ultima edizione estiva, su un totale di oltre 30mila visitatori, 18mila provenivano dai migliori negozi e department store più importanti del mondo.

Dai brand in scena al Padiglione Centrale, passando alle collezioni presentate a Futuro Maschile, Touch!, l’Altro Uomo, fino ad I Play, l’ultima nata tra le sezioni, la moda uomo trova a Firenze la sua dimensione più completa, innovativa e market oriented. Eventi collaterali anche extra-settore faranno da contorno ad una delle più attese rassegne italiane di moda e accessori.

Brand che arrivano a Pitti Uomo per la prima volta, altri che vi fanno ritorno: il tessuto di aziende espositrici è pronto a presentare le ultime collezioni. Come Saks Fifth Avenue, che ha scelto l’evento fiorentino come palcoscenico per il lancio a livello globale della sua prima collezione di menswear Saksfifthavenue, o U.S. Polo Assn. che ha voluto Skin, leader degli Skunk Anansie, per presentare la sua Gold Capsule Collection con un dj set esclusivo mercoledì 19 giugno nello stand del brand. La collezione è firmata insieme al marchio Horo, artefice di un metodo artigianale brevettato per l’applicazione di oro 24 carati sui tessuti pregiati. O ancora: PRPS, leader mondiale del denim, amato dal jet-set del cinema, musica e sport, presenta la sua start up in Italia a Pitti Uomo 84 con un evento a Palazzo Gianfigliazzi Bonaparte, dove saranno esposti 30 outfit.

Sempre nell’ottica di un linguaggio globale, la nazione ospite di questa edizione è la Turchia: in collaborazione con Itkib (Istanbul Textile and Apparel Exporter Associations), all’interno di una location dedicata in Fortezza, la Sala della Scherma, andranno in scena le collezioni di Niyazi Erdogan, Hatice Gokce, Emre Erdemoglu, Zeynep Tosun, Asli Filinta, Elif Cığızoglu e Deniz Kaprol. Senza dimenticare gli altri brand provenienti dalla Turchia che partecipano a Pitti Uomo nelle varie sezioni, nomi come Ltb, Avva, Hatem Sayki, Kigili e Ramsey.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *