di


Pirateria, Stop piracy distrugge centinaia di orologi contraffatti

Schiacciati da un rullo compressore centinaia di orologi contraffatti sequestrati dalla dogana svizzera. Un’azione dimostrativa e simbolica dell’associazione Stop piracy, una partnership pubblico-privata che ha lanciato la giornata “Stop alla pirateria” con una prima manifestazione nell’aeroporto di Berna-Belp.

«La pirateria è senza scrupoli» è il motto della nuova campagna informativa che ha coinvolto, oltre agli orologi, anche altri prodotti (medicinali, occhiali, cd e dvd). La premessa dell’operazione è che la pirateria è sempre illegale e non si preoccupa della sicurezza e della salute dei consumatori, senza contare l’impatto sull’industria e sull’occupazione.

Anastasia Li-Treyer

Prima di essere distrutti dal rullo, orologi e prodotti contraffatti sono stati appesi ad un uncino da pirata come simbolo degli effetti disastrosi del fenomeno. La piattaforma Stop Piracy, presieduta da Anastasia Li-Treyer (Promarca – Swiss brand-name product association) e composta da enti pubblici così come da fondazioni private, federazioni e produttori, combatte da anni la pirateria.

Uno degli eventi più originali che si ripete ormai da diverse edizioni è il “Premio Plagiarus”:

imprenditori, designer e inventori sono chiamati a presentare i loro prodotti originali e le presunte contraffazioni. Si aprono oggi le iscrizioni per l’edizione 2011 e c’è tempo fino al 3 dicembre per partecipare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *