di


Piquadro, in crescita utili e fatturato

Ricavi netti di vendita a 49,8 milioni di euro (+2,7%) negli ultimi nove mesi del 2015. Italia in cima, crescono i mercati extra-europei: soprattutto Iran, Messico, Corea e Stati Uniti

Piquadro Store

Piquadro, ricavi netti in crescita del 2,7% nei primi nove mesi dell’esercizio chiusi al 31 dicembre 2015: sono aumentati da 48,5 milioni di euro agli attuali 49,8 milioni. Di pari passo l’utile netto e il fatturato consolidato: l’Italia resta in cima come mercato di destinazione, ma crescono i mercati extra-europei, meno bene l’Europa. Più nel dettaglio, l’utile netto consolidato è di 3,1 milioni di euro, in aumento del 5,0% rispetto all’omologo periodo chiuso al 31 dicembre 2014.

Dal punto di vista geografico, i ricavi evidenziano un incremento del 3,8% delle vendite sul mercato italiano, che rappresenta ancora il 76,4% del fatturato totale del gruppo. Nel mercato europeo, è stato registrato un fatturato di 8,2 milioni di euro in calo del 6,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno 2014/2015. Un decremento dovuto soprattutto alla Russia, al netto della quale le vendite nel mercato europeo sono diminuite del 2%.

Nei paesi extra europei il fatturato è aumentato del 15,4% rispetto all’omogeneo periodo dell’esercizio 2014/2015, principalmente per effetto della crescita in paesi quali Iran, Messico, Corea e Stati Uniti e nonostante la chiusura di 12 negozi nel Far East dove è in atto la totale riorganizzazione della distribuzione.

“L’analisi dei risultati dei primi nove mesi evidenzia l’andamento molto soddisfacente del canale diretto e l’ottima performance dell’e-commerce, sui quali Piquadro sta investendo in maniera importante – ha commentato Marco Palmieri, presidente e amministratore delegato di Piquadro -. La validità delle scelte intraprese per il consolidamento del marchio è dimostrata dall’incremento delle vendite online, la cui quota estero è ben superiore a quella sul fatturato totale, e dalla crescita dei DOS che anche a gennaio hanno fatto registrare un +8,0% a cambi correnti eun +7,9% a cambi costanti”.

Quanto alle previsioni per l’intero 2015-2016, “il management – si legge nella nota diffusa dalla società – prevede che nell’esercizio il gruppo possa crescere con tassi simili rispetto a quelli già registrati nei primi nove mesi chiusi al 31 dicembre 2015. Pure in un contesto di costi di produzione in aumento, a causa dell’apprezzamento della valuta statunitense verso l’euro il management prevede di poter beneficiare di profitti netti in aumento”. Fari puntati soprattutto sulla crescita internazionale e sulle performance ottenute nella gestione dei punti vendita.

www.piquadro.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA