di


Pillole di economia / Bene Hermès e Swatch, Louis Vuitton lancia e-shop in Cina

Vendite a +8,9% per la griffe del lusso francese; il brand svizzero vede diminuire il fatturato ma crescere gli utili netti. Il marchio del gruppo LVMH punta sull’online

Hermes boutique-min

Prima metà dell’anno positiva per i brand del lusso. Hermès chiude il secondo trimestre 2017 con vendite in crescita, Swatch si getta alle spalle un semestre complesso ma con utili netti in aumento. Intanto, Louis Vuitton sbarca in Cina con una nuova piattaforma di e-commerce.

Hermès, vendite a +8,9 nel secondo trimestre, trainata da pelletteria e accessori

Dopo un 2016 da record (5,2 miliardi di euro), si chiude bene anche il primo semestre 2017 per la griffe francese del lusso, che nel secondo trimestre raggiunge quota 1,36 miliardi di euro 8+8,9%). A trainare il risultato, pelletteria, abbigliamento e accessori, seta e tessile. Da gennaio a giugno, le vendite sono aumentate dell’11,2 percento, a quota 2,71 miliardi di euro. L’Asia in crescita del 14%, con Cina in testa. Il Giappone è risultato in aumento del 3 %, mentre l’America del 9%. Bene anche l’Europa con un +7%.

Swatch, fatturato in diminuzione ma utili netti in crescita

Swatch boutique-min

Volume d’affari di 3,71 miliardi di franchi, in calo dello 0,3% su base annua, ma in aumento dell’1,2% a tassi di cambio costanti per il gruppo orologiero Swatch. L’utile netto è salito del 6,8% a 281 milioni di franchi. La società ha definito “molto soddisfacente” il fatturato realizzato per orologi e gioielli, in particolare nel segmento di alta gamma dov’è stata registrata una crescita a due cifre. Crescita significativa nella Cina continentale e stabilizzazione per Hong Kong, mercato in contrazione da diversi mesi. Buone performance in Medio Oriente, ma anche in Gran Bretagna, Spagna, Italia e Svizzera. Per il secondo semestre, Swatch Group prevede una crescita “molto positiva” in valute locali, anche grazie al lancio di molti nuovi prodotti.

Louis Vuitton apre in Cina il suo undicesimo e-shop 

Loui vuitton_ecommerce-min

È l’e-shop numero 11 quello che Louis Vuitton ha appena inaugurato in Cina: punta sui consumi digitali del mercato asiatico con louisvuitton.cn, su cui è possibile acquistare borse, piccola pelletteria, scarpe, accessori, orologi, gioielleria e la nuova linea Les Parfums Louis Vuitton. Per ora il negozio digitale è attivo in 12 città (Pechino, Shanghai, Chongqing, Chengdu, Guangzhou, Shenzhen, Hangzhou, Nanjing, Shenyang, Dalian, Haerbin e Wuhan). Il primo e-shop del marchio fu lanciato in Francia nel 2005, sono poi seguiti quelli nel Regno Unito, in Germania, Spagna, Italia, Stati Uniti, Canada, Brasile, Giappone e Australia, mentre in Cina ha aperto il suo primo negozio nel 1992.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA