di


PETA Stati Uniti pressa LVMH per fermare la vendita di prodotti con pelli di rettili

PETA ha già denunciato e testimoniato le quotidiane crudeltà praticate negli allevamenti di rettili in Africa, Asia e America del Nord, dove gli animali sono anche tagliati e scuoiati vivi.

Ora, visto che in Vietnam due degli allevamenti hanno fornito pelli ad una conceria di proprietà LVMH, società madre di Louis Vuitton, PETA Stati Uniti ha acquistato azioni della stessa LVMH alla Borsa di Parigi, per portare alla SALA del CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI LOUIS VUITTON la crudeltà praticata ai coccodrilli e fare pressione sulla stessa Louis Vuitton per porre fine alla vendita di prodotti realizzati con pelli di animali esotici.

“Ogni denuncia della PETA nell’industria di pelle esotica ha messo in risalto che degli esseri viventi senzienti sono stipati in cave sporche, sono fatti a pezzi e lasciati a morire”, ha detto la direttrice dei programmi internazionali della PETA, Mimi Bekhechi, che ha aggiunto: “Dalle dimostrazioni in strada ad alzare la voce nella sala di consiglio, PETA Stati Uniti presserà LVMH per interrompere la vendita di qualsiasi borsa, cinturino, o scarpa fatte con la pelle di un rettile.”

Per informazioni sull’industria delle pelli di animali esotici PETA.org.uk

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *