di


Perle e gioielli, dall’impero romano al design contemporaneo: una mostra a Londra

Fino al 19 gennaio 2014 al Victoria and Albert Museum una esposizione organizzata con la Qatar Museums Authority

Sarà visitabile fino al 19 gennaio l’incredibile mostra sulle Perle al Victoria and Albert Museum di Londra. L’esposizione ‘Pearls‘, inaugurata a fine settembre, è organizzata in collaborazione con la Qatar Museums Authority ed esplora il fascino delle perle che attraverso i secoli e le culture sono stati a lungo associati con la ricchezza e la regalità. Oggetti risalenti alla prima età imperiale romana fino ai giorni nostri sono esposti e associati ad una serie di eventi e workshop in calendario fino a gennaio.

La mostra Pearls al Victoria and Albert Museum

Le perle naturali sono sempre state oggetti del desiderio a causa della loro rarità e bellezza, sempre circondate da miti e leggende relative soprattutto alla loro formazione. Nei secoli orafi, gioiellieri e pittori hanno esplorato le loro associazioni simboliche e la mostra londinese raccoglie una imponente fetta della produzione legata a questa meraviglia naturale.

Grand Jete, Geoffrey Rowlandson, Londra 1999

Il commercio di perle ha svolto un ruolo importante per i paesi lungo la costa che va dall’Arabia Saudita a Dubai, specialmente in Bahrain e in Qatar. I mercanti arabi viaggiarono attraverso l’Oceano Indiano fin dal VII secolo, fermandosi in vari porti lungo le coste dell’India per la negoziazione con le perle. Anche quelli provenienti dalla Cina hanno viaggiato verso l’India per acquisire le perle naturali pregiate del Golfo, mentre allo stesso tempo i mercanti arabi ampliavano la loro rete commerciale nel sud-est asiatico.

Una selezione di perle naturali provenienti dalla collezione della Qatar Museums Authority – Creutz

Nel 19esimo secolo il Golfo Persico è stato il principale fornitore mondiale di perle naturali. La domanda ha raggiunto livelli senza precedenti come perle di alta qualità ‘orientali’ sono stati molto ricercato dalle grandi maison di gioielleria d’Europa. L’età d’oro delle perle del Golfo fu tra il 1850 e il 1930.

Rosebery Tiara – QMA Collection – Foto Sothebys

La gioielleria con perle ha origini antichissime: già nell’impero romano era un lusso costoso e desiderabile, un simbolo di ricchezza e status. Nell’Europa medievale, le perle vengono viste come simboli di autorità e come attributi di Cristo e della Vergine Maria, simbolo di purezza e castità. Con il Rinascimento, i ritratti mostrano che i nobili e i mercanti benestanti venivano ornati con perle e il simbolismo a loro associato si è via via secolarizzato.

Spilla in platino perle brown e diamanti, Francia 1900, Foto Albion Art

Tra il 17esimo e il 18esimo secolo le perle erano diventate ornamenti sontuosi, spesso indossati in modo seducente, ed erano anche dimostrazioni di alto rango sociale. Nei primi anni del 19esimo secolo hanno cominciato a impreziosire gioielli per trasmettere messaggi personali che celebrano l’amore o esprimono il dolore.

Ornamento per capelli con perle smeraldi e zaffiri di Epoca romana, Terzo secolo, The Trustees of the British Museum

L’opulenza e i cerimoniali delle corti d’Europa nel 19esimo secolo hanno favorito questi oggetti, la moda imponeva collane di tutte le lunghezze: girocolli e lunghi fili. A Parigi, i gioiellieri dell’Art Nouveau sono stati affascinati dalle perle e le hanno trasformate in interpretazioni della natura, diventando un simbolo degli anni Venti.

Orecchini in oro con perle e diamanti – Francia 1795-1810 – Foto Victoria and Albert Museum

I cambiamenti vissuti dal design dei gioielli nel corso della seconda metà del XX secolo hanno comportato grandi evoluzioni: durante gli anni Sessanta e Settanta l’avanguardia dei gioiellieri europei si distaccò dai classici gioielli con le perle per creare disegni scultorei astratti. Al contrario, la fascia di alta gioielleria ha cercato un percorso tra tradizione e modernismo.

Frozen, di Sam Tho Duong, collezione della Qatar Museums Authority – Marc Pelletreau e Samaar Kassab

 

Girocollo in platino con perle e fermagli di diamanti – Cartier 1930s. – QMA collection – Foto Sothebys

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *