di


Perizie e diamanti, in aiuto una sentenza del Tribunale di Verona

Visto il tema di scottante attualità, vorremmo dare dei piccoli consigli agli operatori di settore che si troveranno a dover dare, in via confidenziale o in forma scritta e in qualità di periti ed esperti di pietre preziose, una valutazione sui diamanti acquistati presso gioiellerie, banche o siti web.
In primo luogo, dovendo effettuare solo una stima del valore del diamante in quanto la pietra è già accompagnata da un certificato di analisi gemmologica internazionalmente riconosciuto, è fondamentale chiedere al proprio interlocutore il motivo della perizia ad esempio se ha bisogno di conoscere il valore per realizzare un introito economico (valore realizzo) oppure un valore a scopo assicurativo o per divisione dei beni (valore commerciale). Si evince subito che le cifre in gioco cambiano e non di poco, dovendo tener conto del rispetto della filiera, delle tasse e dell’IVA da applicare sul diamante.
Questo punto è molto importate per chi effettua la valutazione e deve essere specificato, in quanto evita di generare fraintendimenti e confusione, come capita spesso in questo momento dove ci troviamo ad affrontare quasi quotidianamente la necessità di fare delle valutazioni per via dell’effetto mediatico suscitato dalla questione dei diamanti venduti dalle banche.


Su questo può venirci incontro una sentenza, emessa  a maggio dal il tribunale di Verona, dove il giudice ha sentenziato che il Valore medio commerciale compreso di IVA è del 30% in più del listino Rapaport, listino noto a tutti gli operatori di settore e non. La Borsa Diamanti d’Italia pensa che questa sentenza possa sicuramente aiutare noi operatori di settore, periti, esperti e consulenti ad avere un unico metro di giudizio e soprattutto una uniformità sul valore del diamante periziato.

www.borsadiamantiditalia.it

 

Evaluating diamonds, a judgement at the Court of Verona should help

As this is now a hot topic, we would like to give a little advice to those operators in the sector who are requested, as gemstone experts, to provide a confidential or written evaluation of diamonds purchased from jewellers, banks or websites.
First of all, if you are asked simply to estimate the value of a diamond, when the stone is already accompanied by an internationally recognised gemmological certificate, it is crucial to ask whether the other party needs this evaluation for insurance purposes or for the division of assets. If it is clear at the outset that the figures involved are considerably different, you need to look at respect for the supply chain, and the taxes and VAT due on the diamond.
This is a very important point for anyone making an evaluation, and must be clarified at the start to avoid any misunderstandings or confusion. The recent judgement by the Court of Verona is relevant in this regard, for here the judge ruled that the average market value including VAT is 30% higher than that given in the Rapaport price list: the well-known benchmark used by all sector operators, and many others.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

G Robert – secondo banner orizzontale