di


Parigi, le lancette di Hublot illuminano la colonna Vendôme

È il simbolo del lusso e, a poche settimane dal Natale, Hublot l’ha illuminata. È la colonna Vendôme, nel cuore di Parigi e dell’omonimo arrondissement, alta 44 metri e con un diametro medio di circa 3,60 metri, posata su un basamento e sormontata da una statua di Napoleone. Tanti i motivi per festeggiare : il bicentenario del monumento e l’apertura della nuova boutique Hublot al numero 10 di place Vendôme, appunto.Venerdì scorso, l’interruttore è scattato alle 17.30: l’amministratore delegato del marchio Jean-Claude Biver ha fatto partire lo spettacolo di luci sulla colonna, illuminata per la prima volta nella sua lunga storia. Da oggi, sarà illuminata ogni giorno dell’anno dalle 17 fino a mezzanotte, a tempo indeterminato.

Tra i presenti Béatrice de Plinval, presidente del Comité Vendôme, Isabelle Lemesle, presidente del Centro per i Monumenti nazionali, Danièle Pourtoud, vice sindaco di Parigi con delega al patrimonio culturale e Jean-François Legaret, sindaco del 1° arrondissement: tutti riuniti intorno all’orologio Hublot, a guardare entusiasti il conto alla rovescia che ha fatto scattare il gioco di luci.

Duecento anni di storia sono incisi nella colonna, eretta nel 1810 da Napoleone I in onore della Grande Armée francese. L’illuminazione utilizza l’innovativa tecnologia a LED che consente la proiezione di fasci di luce in varie tonalità di bianco che valorizzano e restituiscono in modo naturale il colore bronzeo della colonna. Inoltre, come è noto, questa tecnologia è a basso consumo (1.8kW).

«Non ho avuto alcuna esitazione a realizzare questa illuminazione – ha dichiarato Jean-Claude Biver -. È un evento storico, in quanto è la prima volta che la colonna viene illuminata artisticamente, in questa che è la più bella piazza del mondo, simbolo internazionale del lusso.
Per Hublot è anche un modo elegante per celebrare il nostro ingresso nel Comitato Vendôme e l’apertura, nello stesso giorno, della nostra trentesima boutique al 10 di Place Vendôme. Con questo gesto, ho voluto sottolineare il nostro legame affettivo con questo luogo unico e il nostro desiderio di partecipare attivamente alle iniziative proposte dal Comitato Vendôme per promuoverlo».




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *