di


Pandora, fatturato a +41,4 %: successo trainato dalle Americhe

Bene anche l’Europa. Intanto la società danese riacquisirà da gennaio la distribuzione a Singapore, Macau e nelle Filippine

PANDORA 2015_fatturato

Secondo semestre 2015 chiuso in crescita del +41,4% (circa 482 milioni di euro) rispetto al secondo trimestre 2014. Ottima la performance di Pandora, dovuta soprattutto al successo delle vendite nelle Americhe dove si registra un +43,8% (19,4% in valuta locale); bene anche l’Europa, a +38% (32% in valuta locale). Asia Pacifico a +44,1% (26,9% in valuta locale). Il fatturato è trainato principalmente dalla rete dei negozi monomarca (+54,7%), che copre il 59,3% del fatturato totale.

Sull’intero 2015, considerando gli attuali tassi di cambio, Pandora si aspetta una spinta positiva proveniente dalle valute pari a circa il 12% del fatturato rispetto al 2014. A maggio 2015, contestualmente all’annuncio dei risultati del primo trimestre 2015, questa percentuale era stata preventivata al 10%. Il marchio intende continuare ad ampliare la propria rete di punti vendita e stima di aprire oltre 375 nuovi Concept Store nel 2015 contro gli oltre 325 previsti in precedenza.

“Siamo molto soddisfatti di annunciare un altro trimestre molto positivo sia in termini di sviluppo della top line sia di redditività – ha detto Anders Colding Friis, Ceo di Pandora -. Ancora una volta tutte le aree geografiche hanno registrato tassi di crescita a due cifre e il nostro focus sui negozi monomarca continua a darci dei buoni risultati, con una crescita di fatturato nel trimestre di oltre il 50%. L’incremento del fatturato è stato guidato dalla combinazione dell’espansione della nostra rete di negozi monomarca e dalla forte crescita delle vendite like-for-like. L’incremento è stato inoltre supportato dal costante sviluppo del nostro eStore e dalla collaborazione con Disney.”

A breve, tra l’altro, Pandora perfezionerà l’accordo con Norbreeze Group per acquisire la sua rete di negozi del marchio a Singapore e Macao, operativo dal primo gennaio 2016, quando i diritti di distribuzione di Norbreeze nei due paesi scadranno. Con le stesse tempistiche, Pandora riacquisisce i diritti di distribuzione nelle Filippine, sempre di proprietà di Norbreeze.  A fronte di un importo complessivo di circa 149 milioni di corone danesi, l’accordo sarà efficace a partire da gennaio ed è soggetto ad alcune condizioni.

La società istituirà un ufficio locale a Singapore per la rete di negozi locale, mentre Macao e le Filippine saranno gestiti dagli uffici di Pandora a Hong Kong. “L’Estremo Oriente detiene una significativa opportunità per Pandora – commenta Friis -, e con questo accordo rafforziamo la nostra presenza nella regione L’acquisizione segue accordi simili con i nostri distributori locali in paesi come il Brasile, la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti, ed è in linea con la nostra strategia di espansione geografica”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *