di


Orologi e sport, due mondi uniti dalla stessa passione

Il mondo dell’orologeria si lega sempre più spesso allo sport: nella scelta dei testimoni come nella selezione degli eventi da sponsorizzare e perché no, partecipare attivamente. Sarà che entrambi sono fatti di passione, ma i segnatempo sono sempre più vicini alle attività agonistiche, non solo quelle più seguite dal grande pubblico, ma anche e soprattutto le discipline più esclusive. Non è una novità in sé, ma è certamente un trend in crescita. Lo testimonia l’ultimo scorcio dell’anno, ancora ricco di iniziative dei brand più accreditati.

È appena terminato in Argentina il torneo di Polo che vede, sul polso dei migliori giocatori, il Reverso di Jaeger Le Coultre, che il prossimo anno festeggerà il suo 80esimo anniversario. Non è un modello scelto a caso: il Reverso fu progettato nel 1931 su richiesta dei giocatori inglesi dell’esercito indiano, che durante i loro tornei avevano visto frantumarsi decine di orologi. La cassa reversibile fu ideata per questo motivo: per proteggere il quadrante ed il vetro, permettendo al metallo del fondo di proteggere dagli urti, senza sacrificare eleganza ed efficienza. E se l’Argentina sembra il paese meno vicino al Polo, va detto che, su 80 paesi in cui si pratica, è certamente il sovrano, contando tra i propri giovani i migliori giocatori del mondo come Adolfo Cambiaso (a sinistra) e Eduardo Novillo Astrada (a destra), entrambi testimonial di Jaeger Le Coultre.

Pochi giorni fa, il brand svizzero ha organizzato una partita di beneficenza nell’Hurlington Club di Buenos Aires: per ogni rete, Jaeger Le Coultre ha donato fondi alla Christian Family Polo Movement, un’associazione di supporto alle scuole per i bambini provenienti da famiglie a basso reddito. Presente l’amministratore delegato del marchio, Jerome Lambert.

Grande successo nello sport si associa anche al brand Corum, che ha seguito i nuovi traguardi di Ben Anslie, suo ambasciatore dal 2008. Il velista, tripla medaglia olimpica, ha infatti vinto l’Isaf World Match Racing Championship e la coppa Monsoon. “Uno dei migliori momenti della mia carriera”, l’ha definito lo sportivo, seguitissimo dall’ad di Corum, Antonio Calce, che ha commentato: “Sono veramente orgoglioso delle prestazioni di Ben e di poter contare su un uomo di talento nella famiglia Corum. Per vincere questo campionato, Ben ha mostrato eccezionali fiducia in se stesso. Come nel campo dell’orologeria, la vela è una disciplina che richiede attenzione e precisione in ogni manovra. Tutti i dipendenti Corum si uniscono a me per congratularsi con Ben e i suoi risultati, che simboleggiano il successo dello spirito di squadra”.

Siglata per il secondo anno consecutivo la partnership tra Pierre De Roche e il giocatore giapponese di baseball Tsuyoshi Wada, al quale l’amministratore delegato del marchio ha donato un TNT Penta in acciaio e titanio durante una cerimonia a Fukuoka. Medaglia d’oro al Campionato del mondo 2006, Tsuyoshi Wada si è anche distinto nel campo della solidarietà a favore dei bambini attraverso la sua fondzione. Era naturale che il numero che lo identifica nel mondo sportivo internazionale, il 21, sigillasse la partnership: è infatti riportato nell’edizione speciale del Tnt Penta che gli è stato donato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *