di


Orologi e smartwatch, Apple supera Rolex

Testa a testa tra le due società per fatturato. Le stime per il 2016 prevedono un volume di vendite di 8 miliardi di franchi per la società di Cupertino

Apple iwatch

Era atteso, ma la battaglia smartwatch vs. orologio tradizionale si fa più accesa del previsto. Le stime, avanzate da NZZ am Sonntag e SonntagsBlick, due siti svizzeri di informazione ripresi dal canale della Radiotelevisione elvetica, prevedono un superamento dei fatturato di Apple rispetto a Rolex. La società di Cupertino potrebbe dunque già quest’anno diventare il primo venditore mondiale di orologi: varie previsioni concordano nel ritenere che nel corso del 2016 Apple riuscirà a smerciare oltre 20 milioni di iWatch per un fatturato totale di circa 8 miliardi di franchi contro i 3- 3,5 miliardi della manifattura svizzera.

Le previsioni sono state effettuate sulla base delle vendite 2015: dalla data del lancio, a marzo (nei primi negozi è arrivato ad aprile, in Italia a giugno), secondo l’istituto Juniper Research Apple ha venduto tra i 6 e gli 8,8 milioni di pezzi per un volume di vendite stimato attorno ai 3 miliardi (anche se la società americana non ha diffuso cifre ufficiali). Poco meno, insomma, delle vendite di Rolex. Ora Juniper Research si aspetta comunque che nel corso di quest’anno vengano venduti 24 milioni di Apple Watch. Una previsione che, se rispettata, nel 2016 porterebbe Apple in vetta alla classifica dei produttori di orologi.

La Radiotelevisione svizzera riporta anche previsioni relative al marchio Tag Heuer, parte del colosso francese del lusso LVMH, che punta a circa 200mila vendite. La battaglia è aperta, dunque: un’indagine di Deloitte l’aveva previsto, anche se i dirigenti delle principali aziende non si sono allarmati troppo, ritenendo che i due segmenti intercettino fasce di consumatori differenti.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *