di


OroArezzo pronta al via, sabato il taglio del nastro

Cambia data e prolunga la durata la rassegna di Arezzo Fiere e Congressi, dal 7 all’11 maggio con 650 espositori e una delegazione di buyer esteri in arrivo grazie a Ice Agenzia

cash_carry

Mancano pochi giorni all’avvio di OROAREZZO: il taglio inaugurale della rassegna di Arezzo Fiere e Congressi è previsto per sabato 7 maggio. La 37esima edizione della manifestazione torna carica di ottimismo, con una nuova collocazione temporale e un giorno in più: la rassegna chiude i battenti, infatti, mercoledì 11 maggio.  Protagoniste 650 aziende in rappresentanza di tutti i distretti orafi italiani: in arrivo ad Arezzo buyer e top retailers in delegazione invitati da Arezzo Fiere con il supporto di ICE Agenzia, provenienti da Emirati Arabi, Arabia Saudita, Africa del Nord, Sud Africa, Medio Oriente, Asia, Hong Kong, Cina, Paesi Balcanici ed ex Unione Sovietica, Europa, USA, Canada, America Centrale e Sud America.

Tanti i progetti e i format commerciali ideati in esclusiva per i buyer. Con “Meeting Club” si entra in contatto con compratori di mercati emergenti e tradizionali usufruendo di circa 8/10 incontri privati presso lo stand con i buyer in delegazione precedentemente selezionati. Gli operatori esteri invitati direttamente da OROAREZZO che parteciperanno al progetto saranno oltre 300, tra grossisti, importatori, catene di negozi e network. Con “Retail Club Italia” si mettono in contatto le imprese con i maggiori dettaglianti italiani attraverso un programma promozionale specifico di Arezzo Fiere rivolto a retailer e dettaglianti.

Andrea Boldi_Arezzo fiere e congressi
Andrea Boldi, presidente Arezzo fiere e congressi

“Con OROAREZZO vogliamo valorizzare il Made in Italy del gioiello e diventare un’organizzata piattaforma di networking e business internazionale, lo facciamo per i nostri imprenditori, proponendo loro servizi che siano di supporto in questa direzione – spiega il presidente di Arezzo Fiere e Congressi Andrea BoldiOggi la posizione di Arezzo Fiere è di leadership indiscussa in Italia, insieme a Fiera di Vicenza con la quale ha siglato nel febbraio scorso un accordo di collaborazione, nello specifico segmento di mercato gioielleria, per l’importanza che OROAREZZO riveste a livello globale per gli operatori del settore, le potenzialità di crescita futura, le sinergie tra i poli fieristici e la possibilità di svolgere operazioni congiunte di filiera/settore all’estero”.

Ritornano in fiera BI-JEWEL, area dedicata al bijoux e al gioiello fashion; CASH&CARRY, vetrina espositiva rivolta alle boutique del gioiello; OROAREZZO/Tech, settanta aziende italiane rappresentative nella lavorazione dell’oro in collaborazione con AFEMO (Associazione Fabbricanti, Esportatori Macchine per Oreficeria) e il Contemporary Pavilion, che ospiterà una selezione dei gioielli di ORODAUTORE, la prestigiosa collezione di arte orafa contemporanea di proprietà di Arezzo Fiere Congressi. Tra le novità dell’edizione 2016, l’area denominata OROAREZZO/3D dedicata alla ‘manifattura addittiva’ e alla nuove tecnologie della stampa 3D (in fiera c’è anche il workshop sulle nuove frontiere della produzione del gioiello con la stampa 3D a cura di TBNET Soluzioni 3D) e alla scoperta di Accessory/Gems Pavilion con le migliori aziende di accessori e componentistica, pietre preziose e semipreziose, e materiali per la produzione dei gioielli.

Beppe Angiolini_art director OroArezzo
Beppe Angiolini, Art director OroArezzo

OROAREZZO si presenta con i lay out rinnovati ed eventi curati dall’art director di OROAREZZO Beppe Angiolini, Presidente Onorario Camera Italiana Buyer Moda, per il quale “OROAREZZO è la Mostra che ha tutte le caratteristiche per diventare sempre più attrattiva. Deve dimostrare la sua forza con eventi che possano esaltare la migliore creatività orafa, mostrarla al mondo con contenuti di stile sempre più contemporanei – dichiara -. Spetta a noi il compito di mobilitare con la nostra intelligenza le migliori energie per dimostrare le nostre capacità e la nostra passione. Amo il concetto di creare qualcosa che emozioni con gli ingredienti dell’arte, dell’amore per quello che faccio e non solo. Abbiamo grandissime potenzialità che affondano con le radici nella tradizione orafa che ci contraddistingue e le nostre aziende sono testimonianza importante di questa eccellenza”.

Torna Premiere, il contest dedicato agli espositori di OROAREZZO, quest’anno sul tema “Acqua, Aria, Terra e Fuoco”;il bracciale è il gioiello scelto per interpretare gli elementi naturali, rigido, a struttura modulare, multistrand, di ispirazione concettuale, minimal e dovrà portare in luce la creatività, la fantasia, le forme ed i colori attraverso non solo l’oro e l’argento ma anche materie non preziose, pietre e smalti. Una prestigiosa Giuria sceglierà le otto creazioni ritenute più creative e decreterà i vincitori delle diverse categorie di premio, che poi partiranno in “tour” nell’ambito di eventi della moda in Italia e all’estero.

Infine, spazio all’aggiornamento professionale: Federpreziosi Confcommercio presenta il convegno “Il diamante: scienza e commercio”, appuntamento lunedì 9 maggio alle 11.30 nella Sala Presidenza di Arezzo Fiere e Congressi.

Steven tranquilli_direttore Federpreziosi
Steven Tranquilli, direttore Federpreziosi

I lavori, moderati dal direttore nazionale di Federpreziosi Steven Tranquilli, si aprono con i saluti del presidente di Arezzo Fiere Andrea Boldi e con l’intervento del presidente di Federpreziosi Arezzo Roberto Duranti. Per la parte didattica sarà presente Andrea Zullino, responsabile dei Metodi Avanzati di Analisi dell’Istituto Gemmologico Italiano.

“Quella aretina sarà la nona tappa di un road show formativo che ci sta portando in giro per tutta Italia – spiega Tranquilli – è frutto di un accordo che abbiamo stretto con l’Istituto Gemmologico Italiano per promuovere le competenze culturali dei dettaglianti orafi. Vogliamo trovare un punto di incontro tra chi studia le gemme e chi le commercia, in un momento in cui il percorso di certificazione e di commercializzazione del diamante risulta sempre più complesso, anche alla luce dell’incessante evoluzione delle tecniche di sintesi e di trattamento”. Per iscriversi al convegno basta contattare la Confcommercio Arezzo al numero di telefono 0575350755 o scrivere a [email protected]

www.oroarezzo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *