di


OroArezzo, presentata la 33esima edizione

Presentata ieri mattina ad Arezzo Fiere e Congressi la 33esima edizione di Oroarezzo, la Mostra Internazionale dell’Oreficeria, Argenteria e Gioielleria, che aprirà sabato e si preannuncia ricca di importanti novità. Tra queste, l’apertura, nei rinnovati spazi della struttura espositiva, del museo “Oro d’Autore”, destinato ad ospitare l’omonima collezione di Arte Orafa Contemporanea che, nata nel 1987, festeggia il suo 25esimo anniversario e che si arricchisce quest’anno di nuovi gioielli. Cresce lo spazio espositivo con un nuovo padiglione interamente dedicato al settore emergente del bijoux high level, nel quale trovano spazio aziende che accanto alla produzione orafa tradizionale stanno rivolgendo la propria esperienza alla produzione di accessori di tendenza strettamente legati al settore della moda. Al suo interno, anche un’area lounge che accoglierà i visitatori nei momenti di pausa con degustazioni del cioccolato Amedei. E ancora: per la prima volta sarà possibile usufruire del nuovo Auditorium Centro Congressi, nel quale dalle ore  18.30 si svolgerà OroArezzo Show, una serata di benvenuto per espositori, stampa e buyer. Durante l’evento sfileranno i gioielli finalisti del Concorso Prèmiere 2013 e, al termine della serata, saranno proclamati e premiati i 9 vincitori in Concorso. Per vederli in anteprima, tre sfilate nella giornata di sabato alle ore 12, 13.30 e 15.30.

Le 485 aziende che espongono a OroArezzo avranno ampia visibilità anche grazie all’impegno di Arezzo Fiere e Congressi che ha organizzato l’incoming di importanti buyer internazionali provenienti da oltre 60 Paesi , oltre agli operatori del dettaglio e una delegazione della Camera italiana dei Buyer della Moda, a testimonianza del sempre più stretto connubio oro-moda.

Ampio anche lo spazio per l’area riservata ai macchinari e alle tecniche di produzione: al suo interno, la Innovation Room, uno spazio nel quale le aziende espositrici presenteranno i nuovi macchinari, le tecnologie e i brevetti agli operatori. Non mancheranno i preziosi contributi delle iniziative collaterali come l’esposizione Monete & Medaglie, il Dono Trentacoste, una raccolta di monete e prove di monete italiane di rara bellezza, donata al Museo Archeologico fiorentino per  volontà del grande scultore Domenico Trentacoste (1859-1933) e una selezione di medaglie modellate dallo scultore contemporaneo Enzo Scatragli, nativo di Castiglion Fiorentino (Arezzo).

Domenica, inoltre, si terrà l’iniziativa “Un gioiello di Film”, realizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con la Consulta Nazionale Produttori Orafi, Anica e Arezzo Fiere e Congressi. Una proposta di marketing non convenzionale per le aziende, il cosiddetto product placement cinematografico, che potrebbe configurarsi come interessante occasione per le imprese orafe italiane:  diffondere il proprio brand o una linea di prodotti facendoli  indossare ai protagonisti del grande schermo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *