di


OroArezzo e i suoi gioielli continuano a viaggiare: il 27 e il 28 giugno sbarcano a Seul

Dieci imprese parteciperanno al “Tuscan Jewelry Workshop” in Corea del Sud grazie a Toscana Promozione e Arezzo Fiere e Congressi

OroArezzo continua a viaggiare nel mondo: confermatosi il distretto orafo italiano più votato all’export, è l’ora di esplorare il mercato coreano. Volano a Seul dunque dieci imprese aretine con “Tuscan Jewelry Workshop”, evento realizzato da Toscana Promozione in collaborazione con Arezzo Fiere e Congressi e che si svolgerà il 27 e il 28 giugno nell’ambito della manifestazione “La Moda italiana a Seul”.

E’ la prima edizione mirata al mercato della Corea del Sud, ma la formula con cui il gruppo di aziende si presenta è piuttosto consolidata, realizzata sulla base delle direttive programmatiche definite dalla dirigenza fieristica e che trova riscontro nei commenti positivi di molti degli imprenditori presenti in fiera. Concretamente, le aziende avranno l’opportunità di incontrare importanti buyer coreani secondo un calendario organizzato di appuntamenti.

Il mercato coreano, in seguito all’abbattimento dei dazi doganali (grazie all’entrata in vigore, nel luglio 2011, del Free Trade Agreement con l’U.E.) rappresenta uno sbocco interessante per i prodotti delle aziende orafe toscane: il giro d’affari del settore orafo-argentiero nel paese si attesta infatti intorno a un valore di 4,2 miliardi di dollari. Il consumatore di questa nazione è sempre più attratto dai beni di consumo “Made in Italy” come Gioielleria e Moda.

“Dopo molto tempo – ha dichiarato Giovanni Tricca, Presidente di Arezzo Fiere e Congressipossiamo dire che si aprono nuove prospettive in nuovi mercati, e tra questi uno dei più importanti è senz’altro quello della Corea del Sud. E se accordi internazionali finalizzati a favorire e facilitare gli scambi commerciali tra questo Paese e gli Stati Europei offrono questo segnale importante, noi siamo pronti a rispondere all’occasione che ci viene offerta con la vitalità delle nostre imprese”.

“Proprio nell’ambito della settimana della Moda Italiana a Seul – ha sottolineato Raul Barbieri, direttore di Arezzo Fiere e Congressi (nella foto a sinistra)– verrà organizzata la prima edizione di un workshop per noi particolarmente significativo. In primo luogo perché vede sempre più convincente il binomio moda/oreficeria come formula ottimale per una forte promozione del made in Italy del settore orafo. Una conferma della opportunità di legare in modo creativo l’alta moda all’oreficeria di eccellenza; si pensi ad operazioni come Gold Up, Golden Hat_titude ma anche al più recente Bi_Jewel. In secondo luogo perché arriva la possibilità di approcciare un nuovo mercato proprio nel momento in cui il comparto orafo aretino sta mostrando segni di ripresa e di moderato ottimismo. Le aziende orafe partecipanti – ha concluso Barbieri – incontreranno attraverso appuntamenti programmati i più importanti buyer coreani del settore oreficeria e gioielleria, presso l’Imperial Palace Hotel, selezionati in base alle qualifica di importatori, grossisti, catene di negozi e network. E siamo convinti che le nostre aziende avranno risposte adeguate alla domanda; oggi i coreani utilizzano i più moderni ed evoluti prodotti occidentali, italiani e francesi in particolare. Tuttavia i buyer che incontreremo vogliono qualcosa in più; cercano la creatività e l’esclusività che è ancora e sempre più elemento distintivo della produzione orafa Made In Italy”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *