di


Ora i cinesi possono fare acquisti con WeChat Pay anche in Italia

Grazie a un accordo fra la holding cinese Tencent con le italiane Digital Retex e Docomo Digital le spese nel nostro paese potranno avvenire senza contanti né carte di credito

WeChat_Pay_Cina_italia-min

Non dovrebbe mancare ancora molto allo sbarco di WeChat Pay in Italia: con questa app i cinesi – turisti o residenti – potranno fare acquisti in Italia senza necessità di usare contanti, carte di credito o home banking: la novità, annunciata a ottobre dalla Digital Retex – azienda italiana partner unico di WeChat in Italia, che ha chiuso l’accordo con la holding cinese Tencent, proprietaria dell’App, e la Docomo Digital –  renderà le spese facili ai milioni di consumatori cinesi, in transito o residenti, nel nostro paese.

WeChat, infatti, non è un semplice sistema di messaggistica, ma una piattaforma globale di servizi di cui il sistema di messaggistica è solo una parte. Gli utenti iscritti sono ad oggi 938 milioni, 230 milioni dei quali hanno legato la propria carta di credito alla piattaforma. Il 35% del tempo complessivo di navigazione internet è effettuato tramite WeChat. L’incidenza del commercio digitale sul comparto Retail è altissima, circa il 20%, contro il 5,6% dell’Italia.

In media, le transazioni commerciali con WeChat Pay sono circa un milione al minuto. Per adesso l’arrivo di WeChat Pay in Italia dovrebbe riguardare esclusivamente i turisti cinesi in visita nel nostro Paese ma visto che per utilizzare WeChat Pay è necessario collegare l’applicazione ad un conto bancario cinese, la piattaforma potrebbe essere usata anche dai 280mila cinesi residenti in Italia. Cosa dovranno fare i commercianti? Basterà abilitare il circuito di WeChat Pay o in alternativa munirsi di un Pos ad hoc. L’acquirente pagherà in valuta cinese, mentre il venditore riceverà il corrispettivo in euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *