di


Only Watch 2011 per la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne

Lancio della campagna a Ginevra in presenza del Principe Alberto II di Monaco e dei rappresentanti dell’orologeria di prestigio di marchi quali Bell & Ross, Blancpain, Bovet Fleurier, Breguet, Chanel, Chaumet, Chopard, Corum, De Bethune, Delacour, De Witt, Franck Muller, Frédérique Constant, Girard Perregaux, Harry Winston, Hermès, Hublot, Ikepod / Marc Newson, Jaquet Droz , Louis Vuitton, Maurice Lacroix, MB & F, Monte Bianco, Patek Philippe, Piaget, Richard Mille, Jérôme Romain, Tag Heuer, Ulysse Nardin, Urwerk, Vacheron Constantin, Van Cleef & Arpels, Vulcain, Zenith.

Alcuni dei più prestigiosi produttori di orologi svizzeri hanno ancora una volta rinnovato la loro partecipazione alla manifestazione organizzata dalla Association Monégasque contre les Myopathies (AMM) nel dare sostegno a lungo termine alla ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne, la malattia estremamente invalidante neuromuscolare che colpisce un ragazzo su 3500, con un totale di 250.000 bambini, adolescenti e giovani adulti, colpiti in tutto il mondo. I rappresentanti del mondo dell’orologeria, partner e donatori tutti si sono riuniti a Ginevra lunedi 29 novembre 2010 per il lancio della quarta edizione dell’evento biennale di Only Watch.

L’asta si terrà il 22 settembre 2011 durante il Monaco Yacht Show nel Principato di Monaco. Luc Pettavino, Presidente dell’AMM e creatore di Only Watch, ha calorosamente salutato e ringraziato Il Principe Alberto II di Monaco per la sua presenza e il suo eccezionale sostegno al progetto e tutti gli intervenuti. “La vostra presenza è stimolante perché tutti noi siamo ansiosi di vedere questi pezzi unici, frutto del vostro know-how, la vostra creatività, e la vostra aspirazione all’eccellenza. La vostra presenza dimostra che siete stati sapientemente in grado di trasformare la concorrenza in una sana ambizione ed entusiasmo per una nobile causa. La vostra generosità e buon cuore vi aiuterà a salvare vite umane. Nel 2009/2010 oltre 3 milioni di euro sono stati donati al 15 partner scientifici e le loro squadre – tra cui 90 ricercatori e medici in 5 paesi (Stati Uniti, Francia, Italia, Regno Unito e Svizzera). E’ raro poter contribuire in modo così efficace per esplorare e sviluppare nuovi trattamenti terapeutici per la distrofia muscolare di Duchenne. E come sta procedendo la ricerca? Quando avremo un trattamento in grado di fermare il degrado muscolare e quindi rigenerare i muscoli? Quali sono le tecniche più promettenti oggi? “

A queste domande ha risposto Luis Garcia, Direttore di Ricerca al CNRS, che ha spiegato le ragioni che stanno dietro l’accelerazione degli sviluppi clinici sulla distrofia muscolare di Duchenne nel corso degli ultimi due anni e ha concluso come segue: “Per tutti questi percorsi di ricerca, la sinergia dei diversi approcci scientifici, il coordinamento tra i vari team, e gli sforzi di collaborazione e partnership sono stati tutti decisivi. Pertanto, in nome di tutti i ricercatori e clinici, vorrei cogliere questa occasione per ringraziare l’industria orologiera high-end per la collaborazione straordinaria di questo fantastico progetto scientifico e umano. ” Julien Schaerer, Amministratore Delegato di Antiquorum a Ginevra, la casa d’aste che è co-organizzatore della manifestazione, ha poi presentato la principale messa in evidenza del piano d’azione di Only Watch 2011. Ha citato il tour mondiale della collezione, con fermate in Asia, negli Stati Uniti e in Europa, il catalogo d’asta e applicazioni per iPhone e iPad, e la creazione di un sito web dedicato: www.onlywatch2011.com .

Ha anche incoraggiato i fabbricanti di orologi ad essere creativi e audaci, al fine di conquistare la comunità dei collezionisti, in modo da garantire risultati positivi per i loro rispettivi marchi e di conseguenza per la ricerca scientifica. Il Principe Alberto II di Monaco ha concluso, ringraziando calorosamente per il ritorno dei partecipanti per la loro fedeltà e accogliendo favorevolmente i nuovi arrivati nell’avventura Only Watch. Ha paragonato i partecipanti a questo progetto unico ad anelli di una catena, ogni link gioca il proprio ruolo importante, al fine di aumentare l’importo massimo di fondi da devolvere interamente alla ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne.

Un adolescente di 15 anni di nome Paul, che si trovava a festeggiare il suo compleanno quel giorno, ha raggiunto Monaco per rappresentare le 250.000 vittime della distrofia muscolare di Duchenne in tutto il mondo. La sua presenza costituisce un discreto remind che il tempo è essenziale nella lotta contro questa malattia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA