di


Nuove generazioni di artigiani e la sfida ‘tecnologica’: Il Club degli Orafi Italia propone una riflessione su un futuro possibile

L’artigiano è sempre stato un operatore economico con alta professionalità, un’alta professionalità che si acquisiva facendo, a bottega una scuola molto severa. Le competenze si trasmettevano di generazione in generazione in un contesto di altissimo profilo e tendenzialmente statico. Partendo da un interessante excursus sulle origini storiche della professione Ma quali sono le sfide, oggi e nell’immediato futuro,  per “l’artigiano orafo contemporaneo”, tra nuove tecnologie, globalizzazione, tendenze culturali e formazione?

ClubOrafiItalia2
Il tema è stato approfondito il 9 Febbraio in occasione dell’incontro “La sfida dell’artigiano ‘tecnologico’. L’intelligenza italiana per le Nuove Generazioni del Gioielllo” organizzato dal Club degli Orafi Italia presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano. Tra gli intervenuti, oltre al presidente del Club Augusto Ungarelli, Annalisa Zanni, direttrice del Museo Poldi Pezzoli; Stefano Micelli, Professore di Economia e Gestione delle Imprese Università Ca’ Foscari; Azzurra Cesari di Cesari & Rinaldi Gemmai Project; Luisa La Via, training and development senior consultant in the luxury business e Armando Branchini, vice presidente della Fondazione Altagamma.

Nel prossimo numero di Preziosa entreremo nel dettaglio dei contenuti, piuttosto articolati.

ClubOrafiItalia1

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *