di


Nel Girard-Perregaux 1966 versione acciaio i codici dell’orologeria d’eccellenza Chaux-de-Fonds

Il 1966 dà il nome all’iconica collezione perché è l’anno di una scoperta che ha rivoluzionato il mondo della cronometria: Girard-Peregaux presenta il primo movimento ad alta frequenza il cui bilanciere batte a 36.000 alternanze/ora.

Questo must have della Manifattura oggi si veste di acciaio in uno stile minimalista che gioca con i contrasti, fonde maschile e femminile, classico e contemporaneo, senza intaccare la precisione. Questo nuovo modello presenta cassa di 40mm dal design particolarmente sottile con linee geometriche perfettamente sagomate che si arricchiscono di un tocco di raffinato modernismo.

A caratterizzarlo è un quadrante opalino argentato con indici smussati. Sotto il vetro leggermente bombato, le lancette tipo “foglia”, tipiche della collezione 1966, segnano il tempo seguendo le curve della cassa. Il datario è posizionato a ore 3 e le anse sottili sono arrotondate per seguire la curva del polso. Il cinturino è disponibile in acciaio o in alligatore nero.

Il fondello in vetro zaffiro rivela un calibro meccanico a carica automatica GP03300-0030, ideato, fabbricato e montato negli Atelier di Girard-Peregaux a LaChaux-de-Fonds. È dotato di una riserva di carica di 46 ore e si ricarica automaticamente con il movimento della mano.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *