di


#Natale sempre più social: la ricetta di Erika Zacchello e Antonio Kropp

Pubblicare l’immagine giusta, utilizzare claim accattivanti che facciano da traino alle vendite del Natale, inserire gli hashtag corretti per farsi conoscere da potenziali clienti. La strada per una buona comunicazione digital in vista della stagione delle festività di fine anno passa per una serie di attività che, perché ottengano un risultato, non possono essere lasciate all’improvvisazione. “La comunicazione digital, soprattutto intesa in senso push, ovvero quando l’azienda spinge e promuove offerte e prodotti, è sicuramente la più efficace quando si tratta di suggerire al potenziale cliente idee regalo”. A parlare è Erika Zacchello, consulente indipendente in digital marketing.

 

Le vendite del Natale possono essere dunque spinte da una buona comunicazione digital?

Per ottenere un buon risultato, è indispensabile avere una consolidata presenza online: sito web e pagina Facebook. Per fortuna bastano pochi mesi di campagne sponsorizzate, svolte in modo professionale, per acquisire una buona reputazione sul web.

SOCIAL 1-min

Qualche consiglio per i dettaglianti: quali strumenti, quali immagini, quali contenuti.

Gli strumenti da utilizzare per la promozione on-line devono essere selezionati sulla base degli specifici obiettivi. Una delle necessità principali per le gioiellerie, per esempio, è generare il traffico sul punto vendita. Facebook offre l’opportunità di utilizzare campagne di “Notorietà nella zona”, cioè visibili su mobile geolocalizzati nei pressi del punto vendita. Una promozione natalizia non può prescindere dall’immagine: sono indispensabili scatti fotografici pregevoli in cui il prodotto venga ben rappresentato. Poiché i contenuti online vengono prevalentemente visualizzati da smartphone, per i gioielli è preferibile usare close-up e still-life piuttosto che indossati. Non abbiate remore nel pubblicare online i prezzi dei gioielli: per definizione l’utente digital è economico, se trova qualcosa di suo interesse si informa in primo luogo sul prezzo. Se troverà queste informazioni da un’altra parte non acquisterà da voi, quindi evitate di farlo scappare e tenetelo sui vostri canali.

SOCIAL 2 psrt2-min

Comunicare sul web è dunque un’attività da programmare e sulla quale investire. Ma i risultati si ottengono. Qual è un investimento medio capace di dare risultati visibili per posizionamento e vendite? Antonio Kropp, consulente in digital marketing, precisa: Non esiste un investimento standard, dipende molto dagli obiettivi che l’azienda si pone. Possiamo indicare quello che è un investimento minimo affinché la piattaforma adv di Facebook ci consideri inserzionisti. Questa cifra si aggira su qualche centinaia di Euro al mese.

Quanto conta il web in una strategia di promozione “temporanea” come quella del Natale o di altre feste? 

Le campagne temporanee finalizzate alle festività differiranno tra loro per il target a cui saranno indirizzate, ma gli strumenti da utilizzare potranno essere gli stessi.

Le strategie temporanee, tuttavia, sono efficaci solo quando si svolgono all’interno di un piano generale di comunicazione digitale. Questo presuppone che le aziende lavorino in modo organizzato e continuo sulla propria visibilità on line.

Ci rendiamo comunque conto che affidare la comunicazione ad aziende o consulenti esterni possa essere costoso per le PMI. Questo fattore, sommato al fatto che “l’imprenditore è il miglior consulente di se stesso”, ci ha convinto a sviluppare, per le piccole realtà del mondo della gioielleria, anche un piano di formazione specifico che, in modo rapido, consenta all’azienda di acquisire le competenze professionali per attuare autonomamente strategie efficaci sul digital.

SOCIAL 2 part1-min

Pillole Social per la Gioielleria

  • Privilegiate immagini close up, preferibilmente scattate da voi, piuttosto che le immagini confezionate dai brand: generano più engagement
  • Evitare testi troppo lunghi, sia sul sito sia sui social: su Facebook, per esempio, massimo tre righe di testo
  • Su Facebook non utilizzate gli hashtag se non quello della vostra gioielleria o marchio; su Instagram, invece, funzionano: il numero massimo consentito è di 30 ma vi consigliamo di non superare i 10
  • Quando realizzate per la prima volta una campagna sponsorizzata su Facebook o Instagram, prima di investire un budget importante, fate degli A/B test verificando i risultati della stessa campagna su un certo target, cambiando ad esempio, le creatività
  • Sfruttate al meglio le varie tipologie di post su Facebook: immagine singola e carosello d’immagini sono i contenuti più semplici; il primo per generare engagement e il secondo per portare traffico sul vostro sito Internet
  • Se volete acquisire contatti profilati utilizzate le campagne Facebook ottimizzando i risultati per “acquisizione di lead
  • Prima di pubblicare dei contenuti sul blog e sui social, realizzate un piano editoriale
  • Non utilizzate Youtube per generare traffico sul sito; questo è uno strumento che dovete utilizzare per fare brand awareness e brand reputation ma non generare traffico
  • Prima di aprire profili sui vari social investendo tempo e denaro, selezionate i social network davvero utili per il vostro business. A questo link potrete scaricare gratuitamente la “Guida alla Scelta dei Social Network”: http://www.erikazacchello.it/guida-gratuita-ai-social/

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *