di


Napoli, nuove imprese orafe da insediare nell’incubatore “La Bulla”. On line il bando

Nuovo bando pubblico per la creazione di tre aziende operanti nel settore dell’artigianato di alta qualità che si insedieranno all’interno dell’incubatore del Polo Orafo Napoletano “La Bulla”.

Grazie alla collaborazione tra il Comune di Napoli e il Consorzio Antico Borgo Orefici, che nel maggio scorso hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, si riapre la selezione per l’insediamento nell’incubatore orafo, iniziativa di sostegno alla crescita economica e imprenditoriale della zona degli Orefici di Napoli e di rilancio del sistema produttivo.

La scadenza è prevista da bando per il 17 febbraio, ore 12: possono partecipare tutti gli imprenditori e i potenziali imprenditori del settore orafo in possesso dei requisiti indicati nell’avviso pubblico. Sono ammissibili le nuove imprese non ancora costituite (che dovranno formalizzare la costituzione entro 60 giorni) o costituite da non più di sei mesi.

È anche necessario che  la struttura de “La Bulla” (in via Duca di San Donato a Napoli) sia la sede erogativa/produttiva dell’attività di impresa scelta: ciò comporta che il modulo assegnato – dimensione variabile tra i 30 e i 50 mq – dovrà rappresentare la sede operativa deputata ad ospitare le attività legate al processo di produzione o di erogazione di servizi. Inoltre, le attività svolte devono rientrare nelle categorie previste dalla classificazione Ateco 2007 (elencate nel bando).

Condizione indispensabile: che le imprese partecipanti siano in grado di sviluppare innovazione creativa (quanto a prodotti o servizi, processi produttivi, tecnologie impiegate o metodologie).

I primi 3 progetti in graduatoria
(dopo un periodo di tutoraggio destinato ai primi 8 classificati) avranno diritto ad essere ospitati per un periodo massimo di quattro anni, eventualmente prorogabile per un altro anno, negli spazi dell’incubatore e di usufruire di tutti i servizi messi a disposizione (oltre al modulo, la segreteria, la sala convegni, il laboratorio tecnologico e lo spazio per riunioni, ma anche le informazioni tecniche per la costituzione di un’impresa, consulenze finanziarie, assistenza per la richiesta di finanziamenti etc.).

Per partecipare al bando – scaricabile on line su www.comune.napoli.it e su www.borgorefici.it – è necessario presentare la domanda di ammissione e la liberatoria relativa al trattamento dei dati personali ma anche la scheda descrittiva del progetto imprenditoriale come da allegato al bando. Tutti i documenti necessari sono indicati all’interno dell’avviso pubblico.
Inoltre, per tutta la durata di apertura del bando, il Consorzio Antico Borgo Orefici ha attivato uno sportello di assistenza tecnica per la redazione dei formulari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *