di


Mondo orafo, chi va e chi viene

NOVITÀ NELLE GOVERNANCE DI AREZZO FIERE E CONGRESSI, MCH (BASELWORLD) E PANDORA: ECCO I NUOVI ASSETTI


colage-min
Da sinistra: Bernd Stadlwieser, nuovo Ceo di MCH Group; Alexander Lacik, nominato a capo di Pandora; Andrea Boldi, ex presidente di Arezzo Fiere

Mondo orafo, nuove governance per Arezzo Fiere, MCH – la compagnia svizzera che organizza Baselworld e Pandora. La settimana inizia con un nuovo Cda (transitorio) per la società aretina che ha visto, in primis, le dimissioni del presidente Andrea Boldi (che ha lasciato anche le cariche ricoperte in Confartigianato e Camera di Commercio di Arezzo e Siena) e l’individuazione di Sandra Bianchi come nuovo vertice che traghetterà Arezzo Fiere verso la scadenza naturale del mandato a fine aprile. Intanto la svizzera MCH Group, che a settembre aveva nominato ad interim Hans-Kristian Hoejsgaard come nuovo CEO, ha scelto il veterano del settore Bernd Stadlwieser per guidare il futuro della società. Anche il colosso danese Pandora, rimasto a lungo senza amministratore, ha nominato l’outsider Alexander Lacik presidente e Ceo.


Arezzo Fiere e Congressi, l’addio di Boldi e la nomina di Sandra Bianchi

Oroarezzo

Alla fine si è dimesso: Andrea Boldi ha lasciato l’incarico di presidente di Arezzo Fiere e Congressi (“al termine di cinque anni non privi di difficoltà ma anche di grandi soddisfazioni”, ha detto), ma anche tutte quelle provinciali, regionali e nazionali ricoperte in Confartigianato e quella di consigliere alla Camera di Commercio di Arezzo e Siena. Con lui, si è dimesso anche il vice presidente del Centro affari, Elio Vitali, unico membro rimasto dopo l’addio di tre consiglieri che a dicembre aveva scosso la società.

arezzo fiere_andrea boldi-min
Andrea Boldi

“Vi sono di certo solide basi su cui fondare con impegno una nuova stagione di sviluppo e crescita – si legge nella nota diffusa nei giorni scorsi da Andrea Boldi -. Ringrazio gli enti, in particolare la Regione Toscana, tutte le forze economiche e sociali che mi hanno consentito di lavorare proficuamente, gli aretini che hanno sempre più apprezzato e valorizzato il nostro centro fiere e gli orafi che con il loro supporto fin da subito hanno dato senso e sostanza a ciò che è stato fatto. A tutti loro, ai collaboratori e colleghi, che hanno condiviso scelte e impegno vanno la mia gratitudine e la mia riconoscenza. Grazie di cuore”.

Sabato l’Assemblea dei soci, preso atto delle dimissioni di Boldi, ha nominato amministratore unico (su indicazione della Regione ma con l’accordo degli altri soci, Comune, Provincia e Camera di Commercio) la commercialista fiorentina Alessandra Bianchi: l’accordo sarebbe traghettare il centro affari fino alla scadenza naturale del mandato, il 30 aprile. Con lei come tecnici, Luca Benvenuti, amministratore delegato di UnoAerre che seguirà le trattative con IEG per la cessione delle fiere orafe Oroarezzo e Gold Italy (il termine ultimo per la decisione era lo scorso 31 gennaio, ma da Rimini, quartier generale di IEG, fanno sapere di essere pronti a valutare le iniziative dei soci aretini), e Francesco Bonelli per il bilancio societario.


MCH Group (Baselworld), Bernd Stadlwieser è il nuovo Ceo

baselworld_mch-group-bernd-stadlwieser-min
Bernd Stadlwieser

A settembre, dopo le dimissioni del Ceo René Kamm, MCH Group – che organizza Baselworld ma anche ArtBasel – aveva nominato ad interim Hans-Kristian Hoejsgaard. Negli ultimi giorni arriva la nomina definitiva del nuovo amministratore (in attesa della data ufficiale di insediamento), Bernd Stadlwieser. “Siamo lieti di assumere un manager straordinariamente competente e di successo con Bernd Stadlwieser – ha commentato Ulrich Vischer, presidente del Consiglio di amministrazione del Gruppo -. Ha una grande esperienza in settori industriali importanti per noi per portare avanti il ​​processo di trasformazione che è stato lanciato”.

Bernd Stadlwieser ha all’attivo più di 20 anni di esperienza professionale internazionale nei settori dell’orologeria e della gioielleria e dell’arte, nonché nei settori dello sviluppo aziendale e della digitalizzazione. Dopo aver ricoperto diverse posizioni senior presso Swarovski, ha lavorato per il gruppo Thomas Sabo dal 2003 al 2014, prima come amministratore delegato per la Svizzera e la Gran Bretagna, poi come CEO del Gruppo dal 2006. Dal 2014 al 2017, è stato Group CEO di Avenso (Lumas, White Wall), prima di passare a Mondaine Watch come  CEO nel dicembre 2017. “Non vedo l’ora di iniziare il mio nuovo lavoro – ha detto. Il gruppo MCH ha una forte posizione di mercato in un segmento aziendale affascinante che conosco molto bene. Il necessario processo di trasformazione e innovazione è già stato avviato e, insieme ai dipendenti, sono state intraprese azioni chiave per riallineare il business per il futuro”.


Pandora, finisce l’era senza amministratore: nominato Alexander Lacik

Pandora_alexander Lacik-min
Alexander Lacik

Dal 31 agosto scorso, quando erano divenute effettive le dimissioni del Ceo Anders Colding Friis, il colosso danese Pandora era rimasto senza un amministratore. La società ufficializza oggi il nome che prenderà il suo posto: Alexander Lacik sarà Presidente e Amministratore delegato. L’architetto, che ha trascorso i primi 13 anni della sua carriera in Procter & Gamble, guiderà anche l’esecuzione del Programma NOW – lanciato di recente per fronteggiare il brusco calo delle vendite e ottimizzare le spese – lasciando una posizione di Ceo in Britax Ltd., leader mondiale nei prodotti per la sicurezza dei bambini. Lacik ha vissuto e lavorato in cinque paesi e gestito aziende in varie regioni del mondo, coprendo la produzione, lo sviluppo di prodotti, le vendite, il marketing e il commercio al dettaglio.

“Sono felice che Alexander Lacik sia diventato CEO di Pandora – ha detto Peder Tuborgh, Presidente del Consiglio di amministrazione -. Alexander è un partner forte per la nostra direzione strategica recentemente annunciata e sarà determinante nell’esecuzione del Programma NOW. Nella sua carriera ha dimostrato nel corso della sua carriera di essere un grande leader e un esecutore molto efficace. Le sue capacità e la sua esperienza saranno fondamentali per rivitalizzare il marchio”.

“Sono onorato ed entusiasta di unirmi a Pandora – ha commentato Lacik -. Sono incoraggiato dall’attuale direzione con una forte attenzione al rilancio del marchio per ripristinare la crescita. Sono aspetti commerciali che mi appassionano in modo particolare e non vedo l’ora di unirmi e sostenere il team di gestione nell’esecuzione del programma NOW”. Fino a quando la nomina sarà effettiva, proseguirà la dirigenza congiunta di Anders Boyer e Jeremy Schwartz.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

G Robert – secondo banner orizzontale