di


Mipel, presenze a +6,9%. Boom di visitatori italiani

La 109esima edizione della fiera internazionale di borse e accessori moda si chiude con il ritorno in massa del dettaglio italiano (+22,7%)

Mipel 2016_ingresso

Torna in massa il dettaglio italiano a Mipel – The Bagshow, fiera internazionale di borse e accessori moda che dal 14 al 17 febbraio ha presentato le collezioni Fall/Winter 2016/2017 di circa 300 brand. Buyer in crescita del 6,9% alla 109esima edizione della rassegna, anche se, rispetto alla precedente edizione di settembre e a preconsuntivo dei primi tre giorni, si registra una lieve flessione dei buyer internazionali, specie da alcuni mercati di riferimento strategici come la Russia.

I buyer italiani hanno attestato il loro interesse con un +22,7% di presenze rispetto all’edizione scorsa“Gli operatori internazionali – rileva il direttore generale di Mipel, Fabrizio Solè – provengono per circa il 40% dai Paesi dell’Asia e per il 50% dall’Europa. Si conferma, ancora una volta, lo spiccato interesse del mercato statunitense per l’offerta presentata in rassegna. La presenza dei visitatori è stata giudicata qualitativamente interessante dalle aziende e il focus per le collezioni esposte si è concentrato soprattutto nei confronti della rinnovata offerta presente in rassegna. Sono state numerosi i brand che hanno partecipato alla manifestazione per la prima volta, contando di riuscire a posizionarsi o rafforzarsi sul mercato anche grazie a questo importante trampolino di lancio”.

Mipel 2016_fiera

Sempre nell’ottica dell’espansione internazionale del segmento accessori si inserisce il sostegno pubblico dell’agenzia ICE, che ha consentito di valorizzare l’incoming di buyer sempre più qualificati e di consolidare la percezione internazionale della Pelletteria Made in Italy nel mondo.  L’edizione numero 109 si è presentata carica di novità, come la nuova area espositiva “Scenario“, rivolta ai new brand e alle più interessanti realtà emergenti, allestita ed ispirata ai quattro elementi – aria, acqua, terra e fuoco; e il quinto elemento: l’amore, in uno spazio, “TheGlamorous“, che non è stato solo espositivo. Cinque prestigiosi buyer hanno adottato 5 designer di tendenza, dando visibilità alle loro collezioni sia all’interno dell’area dedicata in fiera, sia nelle vetrine dei propri store.

“L’obiettivo perseguito da Mipel, e iniziato con il giro di boa dello scorso anno, è ambizioso ma possibile, e questa edizione conferma che la rotta è quella giusta – dichiara il presidente di Mipel, Roberto Briccola – . Le aree TheGlamourous e Scenario presentate in questa edizione raccontano l’eccellenza del Made in Italy e possono rappresentare un modello di ricerca e sviluppo anche per i grandi marchi. Mipel, pur mantenendo la propria centralità come luogo di business, è anche uno spazio per il confronto e la collaborazione, in cui possono nascere virtuose sinergie”.

mipel.com

Mipel 2016_dall'alto


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA