di


Milano, XL come extralarge, XL come excellence

A Milano 16 al 26 settembre 2017 “La festa della creatività italiana’

Sette spettacolari installazioni nel centro della città celebrano la grande eccellenza del “saper fare” in tutti i settori del sistema moda italiano

 

18 luglio 2017 – È stato presentato nella Sala Alessi di Palazzo Marino, MILANO XL – La festa della creatività italiana, un progetto innovativo e coinvolgente che animerà le vie e le piazze del centro dal 16 al 26 settembre prossimo in concomitanza con la settimana della moda milanese.

Manifesto Milano XL-min

A illustrare a media e operatori i contenuti dell’iniziativa il Sindaco di Milano Giuseppe Sala con il Sottosegretario allo Sviluppo Economico On. Ivan Scalfarotto, l’Assessore alle Attività Produttive, Commercio, Moda e Design Cristina Tajani, il Presidente di Altagamma Andrea Illy, il Vice Presidente di Confindustria per l’internazionalizzazione Licia Mattioli e il Presidente dell’Agenzia ICE Michele Scannavini.

Grazie a un accordo di sistema tra il Ministero dello Sviluppo Economico e il Comune di Milano, Confindustria e Fondazione Altagamma – con il supporto di Agenzia ICE – hanno dato vita a un progetto che renderà la citta di Milano un palcoscenico dei racconti delle filiere produttive di eccellenza e delle storie che rendono unico il Made in Italy nel mondo.

Attraverso la realizzazione di sette grandi installazioni scenografiche, fortemente evocative e dislocate in diversi punti della città, Fondazione Altagamma e Confindustria insieme a organizzazioni leader nei diversi settori – Anfao con Mido (occhialeria), Cosmetica Italia con Cosmoprof, Federorafi, Milano Unica (tessuti) con il suo partner storico SMI, Unic con Lineapelle (concia) e Fiera Milano con Sì Sposaitalia Collezioni (bridal fashion) – faranno conoscere al grande pubblico la creatività e il saper fare della manifattura italiana, che realizza prodotti di alta gamma riconosciuti a livello internazionale.

Sotto la direzione artistica di Davide Rampello e con l’ideazione scenografica di Margherita Palli, i milanesi e gli ospiti della città vivranno la creatività come momento di piacere in nome dell’eccellenza italiana nel mondo.

Il Sindaco Giuseppe Sala ha sottolineato il grande sforzo che Milano sta compiendo nell’interesse generale e l’impegno dei singoli imprenditori, che contribuiscono alla valorizzazione di tutto il made in Italy, “come tanti affluenti che danno vita a un grande fiume”. Questo evento vuole anche essere, attraverso di loro, un riconoscimento alla capacità innovativa dell’intero Paese inserendosi “nella più ampia collaborazione tra il Comune e il Ministero dello Sviluppo Economico per favorire e promuovere il Made in Italy nel mondo, grazie anche al protocollo di intesa siglato con il Governo al fine di sostenere un comparto strategico a livello nazionale”. 

Milano_XL_2017_02-min

Il Sottosegretario allo Sviluppo Economico On. Ivan Scalfarotto ha commentato: “Milano XL non sarà solo una festa dell’eleganza italiana e una straordinaria occasione per le nostre imprese, ma un progetto dal profondo valore strategico. Cultura e creatività sono a un tempo valori della nostra identità e fondamenta dello sviluppo del nostro Paese, il vero ‘monte di filiera’ della nostra economia: i settori dello stile che saranno rappresentati a Milano in settembre – tra fiere, sfilate, installazioni e altre iniziative – fatturano oltre 104 miliardi di euro, di cui 64 sui mercati esteri, e impiegano più di 600.000 addetti in 70.000 aziende lungo l’intera filiera.

Anche per Cristina Tajani si tratta di “un progetto di sistema che rappresenta il segno tangibile della collaborazione tra le istituzioni e operatori nella valorizzazione del grande patrimonio manifatturiero fatto di artigianalità, produzione e creatività che contraddistingue il Made in Italy nel mondo. Queste installazioni non sono solo un omaggio alla cultura del bello, ma soprattutto un omaggio a un sistema, quello della ‘moda’, che partecipa attivamente allo sviluppo produttivo ed economico della città e dell’intero sistema Paese, basti pensare che la sola settimana della moda di settembre mobilita un indotto in città di circa 50 milioni di euro”.

Licia Mattioli, Vice Presidente di Confindustria per l’internazionalizzazione, ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa come “esempio di rafforzamento degli strumenti di rappresentanza, anche in ottica internazionale e di tutela del Made in Italy, un’esperienza unica per far conoscere la manifattura italiana fatta non solo di grandi nomi ma di maestri, di artigiani, di piccole e medie imprese, e soprattutto ricca di sapere, di conoscenze, di creatività e di quelle competenze che tutto il mondo ci invidia”. Si tratta, secondo la Vice Presidente Mattioli di filiere straordinarie che in Italia esistono in tutti i settori e che hanno trovato nei piani realizzati in collaborazione con il Ministero e con ICE eccezionali opportunità di valorizzazione e grandi canali di sviluppo: “se ci date le ali per volare voleremo molto lontano”.

Milano XL – La festa della creatività italiana è prima di tutto una grande occasione. L’occasione di un racconto “allargato” dell’eccellenza e della creatività italiana” dice Davide Rampello, Direttore Artistico del progetto. “Una vera e propria festa – l’abbiamo chiamata così per sottolinearne il valore di inclusione, partecipazione e condivisione – in cui tutti gli invitati sono chiamati a conoscere e riconoscere l’inesauribile capacità creativa di Milano e dell’Italia. L’eccellenza e la creatività sono valori che contraddistinguono l’italianità nel mondo e, attraverso questo progetto, vogliamo raccontarli non solo nei contenuti, coinvolgendo settori di altissimo livello, ma anche e soprattutto nella forma, poiché anche le stesse spettacolari installazioni che lo caratterizzano sono realizzate grazie alla partecipazione di artisti e artigiani di grandissimo prestigio”.

Federorafi collabora per “Il Salotto delle Gioie” nell’ottagono della Galleria Vittorio Emanuele dove verranno esposte riproduzioni di gioielli storici e moderni che figurano in dipinti – selezionati con la consulenza di Annalisa Zanni, Direttrice del Museo Poldi Pezzoli – proiettati su grandi schermi sopra le teche. Al centro la simbolica “Corona Ferrea”, uno dei prodotti di oreficeria più importanti e densi di significato di tutta la storia dell’Occidente.

2-Il salotto delle gioie_giorno-min

Il salotto delle gioie

“L’abbinamento proposto dal curatore tra storia e contemporaneità – commenta il Presidente di Federpreziosi Ivana Ciabatti – non potrà che esaltare il vero DNA del gioiello made in Italy, che fonda le proprie radici nel “saper fare” e nel bello e ben fatto che ci circonda, per percorrere le diverse epoche fino ai giorni d’oggi dove siamo ancora capaci di dare emozioni e di far sognare milioni di consumatori nel mondo. L’esposizione prevista all’ottagono, tra l’altro, sarà l’unica con presenti gli oggetti della migliore produzione italiana contemporanea. Un’altra sfida per il settore che sono certa non deluderà le migliaia di visitatori ed operatori.”

2-Il salotto delle gioie_dettaglio esterno-min

Il salotto delle gioie

 

Gli altri allestimenti: La Biblioteca dei Tessuti, Palazzo della Ragioneria, Milano Unica con il suo partner storico SMI; Il Cosmo della Bellezza, Palazzo de La Rinascente, Cosmetica Italia con Cosmoprof; Vestire il Volto, Piazza San Carlo, Anfao con Mido; L’Ultimo Dono, Piazza Croce Rossa, Unic con Lineapelle; Dalla Bottega alla Vetrina, Il Cinema delle Arti e dei Mestieri, Via Monte Napoleone, Fondazione Altagamma; Trionfo d’amore, Castello Sforzesco – Piazza d’Armi, Fiera Milano con Sì Sposaitalia Collezioni.

1- La biblioteca dei tessuti_giorno-min

La biblioteca dei tessuti

5-L'ultimo dono_giorno-min

L’ultimo dono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *