di


Milano, sta per alzarsi il sipario sulla moda contemporary di White

Evento anteprima questa sera per la rassegna che prende il via domani tra moda donna e accessori. Ampia l’offerta dei designer della sezione Bijoux

white-milano_2016_faliero-sarti
White Milano, una proposta Faliero Sarti

Prende il via domani l’edizione settembrina di White Milano, ma già da stasera sarà protagonista con un’anteprima importante: sarà infatti inaugurata alle 19.30 l’Area “WHITEAST Introducing CHINA”, contemporaneamente all’evento dedicato allo special guest di questa edizione, il brand Jinnnn che presenta il progetto Words (solo su invito, presso l’area Garden di Superstudio Più, Via Tortona 27). Il progetto vede il debutto del Salone sul mercato cinese, grazie a una strategia che prevede anche un presidio locale con la possibilità di stringere accordi con operatori. Il primo capitolo di questo progetto di espansione parte in queste ore da Milano per arrivare a Shanghai con un focus sulla moda contemporary cinese e italiana durante la Shanghai Fashion Week, il 15 ottobre.

White Milano Women’s Collections + Accessories, dal 24 al 26 settembre, dedica così un’intera area ai designer cinesi, scelti e selezionati da White, cui è offerta la possibilità di farsi conoscere da stampa e buyer occidentali. Quindi nomi tra i più edgy del panorama contemporary, oltre al brand JINNNN, special guest del salone. Partner dell’Area, è LUISAVIAROMA, che promuoverà i designer cinesi attraverso un focus editoriale dedicato, un live shooting visibile sui social network dell’online store e sui canali di White.

Nel brand mix di WHITE non mancano infine gli accessori con la sezione Bijoux, al Tortona 35 Nhow Hotel – curata in collaborazione Birik Butik, che presenta le ultime tendenze con marchi quali Bjorg; Riva Jewels Ear Cuff and More e Vittorio Ceccoli. Torna anche la Terza edizione del Premio Ramponi, voluto dall’imprenditore Alfredo Ramponi, titolare dell’ omonima azienda impostasi nel mondo del fashion per aver inventato il primo cristallo sintetico. Il vincitore della terza edizione dedicata all’abbigliamento è la designer toscana Linda Calugi con il brand Twins Florence.

white-milano_2016_flaminia-barosini
Flaminia Barosini a White Milano
Torna da domani anche l’iniziativa IT’S TIME TO SOUTH, alla sua seconda edizione, nata grazie alla partnership tra White e Ice Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che intende valorizzare e promuovere nuovi brand e aziende dalle regioni: Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Un progetto per scoprire i nuovi talenti del Made in Italy. Nello spazio White Lounge in Via Tortona 27 saranno presenti 12 brand che spaziano dall’abbigliamento agli accessori, un brand mix che punta su ricerca, design e qualità dei materiali prodotti in Italia. Ne emerge un panorama inedito dove sono numerose le storie d’eccellenza: dalle stampe realizzate a mano di Alcoolique, ai tessuti preziosi provenienti da antichi telai per lavorazioni a mano di IJO’ Design, alle sperimentazioni grafiche nello sportswear chic di Marianna Cimini, fino alla couture futurista di Mario Costantino Triolo. Tra gli accessori: le alchimie di Alchimie Saracene, le borse che seguono la silhouette del corpo di SpazioiF, o quelle con stampe artistiche di Jadise, fino ai pezzi unici firmati da B.Ben.Bags.

Debutta durante questa edizione ONLY NEW [email protected], una nuova area del salone, collocata al primo piano di Tortona 27 Superstudio Più, che si rinnoverà completamente ad ogni edizione con la selezione di nuovi marchi per soddisfare le richieste dei buyer più esigenti. La sezione conta oltre 20 marchi tra cui i brand di accessori Bitnik, il label di borse Federica Berardelli, le collezioni di abbigliamento Carlotta Canepa, Chiglo e Manostorti, la maglieria di Luca Airoldi, le scarpe di Trenta7.

“In questi anni M.Seventy ha investito sulla crescita ragionando non come un ente con logiche meramente fieristiche, ma strutturando un piano di investimento per fare crescere WHITE come brand – ha spiegato Brenda Bellei Bizzi, CEO di WHITE -, grazie a progetti di comunicazione di respiro culturale volti a rendere il salone sempre più internazionale. Stiamo inoltre implementando una serie di strategie aziendali per il mercato cinese, sia per l’incoming di buyer, sia come promozione delle realtà italiane. Grazie a ICE riusciremo a presentare il brand mix di WHITE nel mondo con una serie di eventi in mercati per noi strategici del Far East in cui saranno protagonisti i designer più avant-garde e le aziende del contemporary italiano che rappresentano le storie di successo del salone”.

white-milano_2016_bistrusso
Bistrusso a White Milano

Nel segno della ricerca e internazionalizzazione sono anche i diversi progetti dedicati alla creatività di Paesi importanti per il segmento contemporary come la Cina su cui WHITE ha investito risorse per realizzare importanti collaborazioni, la Georgia, passando per il Belgio. Continua anche il focus sull’artigianalità con WHITE STUDIO – It’s Time to Contemporary Artisan, un’iniziativa curata da Clara Tosi Pamphili e Alessio De’Navasques, che rappresenta il primo progetto di MIAC – Moda Italiana Aziende Contemporary.

“Il lavoro di accurata selezione svolto negli anni e la promozione di partnership e progetti che favoriscono l’internazionalità ed il servizio buyer oriente – afferma Francesca Cella, Direttore Generale WHITEha portato WHITE ad essere l’appuntamento irrinunciabile in termini di business per gli operatori del settore moda. Il livello qualitativo cresce, i brand che prima erano nella nostra wish list ora ci fanno richiesta spontaneamente”.

www.whiteshow.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orizzontale AMERICA