di


Milano Moda Donna, conto alla rovescia per la fashion week italiana

Dal 24 al 29 febbraio, la rassegna ha un appeal sempre più internazionale. Stretto un accordo con Lineapelle dedicato ai giovani e all’ecosostenibilità

Milano Fashion Week 2016

È alle porte la Fashion week italiana: l’edizione 2016 di Milano Moda Donna, in programma dal 24 al 29 febbraio, ospiterà 73 sfilate (di cui 4 doppie), 90 presentazioni, 9 presentazioni su appuntamento e 13 eventi, per un totale di 182 collezioni. Una rassegna dall’appeal internazionale che sarà inaugurata dal Premier Matteo Renzi con un pranzo nella Sala Cariatidi di Palazzo Reale.

L’evento, organizzato da Camera Nazionale della Moda Italiana, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Agenzia ICE e Comune di Milano, vedrà sfilare per la prima volta molti marchi finora assenti dalla rassegna, come Diesel Black Gold, Atsushi Nakashima, il designer ospite di Giorgio Armani, oltre che Lucio Vanotti e Piccione.Piccione, che chiuderanno la fashion week insieme a Arthur Arbesser, Vivetta, San Andrés Milano, già in calendario nell’ultima edizione.

Lunedì 29  l’evento di chiusura sul tema “A sustainable drink for a sustainable fashion”, durante il quale CNMI presenterà le “Linee Guida sui requisiti eco-tossicologici per gli articoli di abbigliamento, pelletteria, calzature e accessori” sviluppate in collaborazione con Sistema Moda Italia, Federchimica, Associazione Tessile e Salute e Altagamma. Si è aperto un dialogo anche con Unic e le altre Camere della Moda estere per arrivare a una maggior condivisione dell’elaborato. Il documento, esito di anni di ricerca è il primo step della strategia sulla sostenibilità e rappresenta un pilastro fondamentale su un tema di primaria importanza per il nostro futuro.

Sul tema, la Camera nazionale della moda ha anche stretto un accordo di partnership con Lineapelle, rassegna internazionale di pelli, tessuti e componenti, volto a sostenere congiuntamente i giovani designer e a valorizzare la responsabilità ambientale sociale ed etica delle imprese. La collaborazione si concretizzerà in una serie di iniziative durante tutto il corso dell’anno, ma in particolare in occasione delle due edizioni di Milano Moda Donna e della nuova manifestazione Milano Moda Graduate, nell’ambito della quale, a sostegno dei giovani stilisti, ci sarà un focus specifico sul tema della pelle e verrà istituito un premio Lineapelle. Per l’edizione di febbraio di Milano Moda Donna, Lineapelle sarà presente all’interno di Unicredit Pavilion con un proprio spazio dove esporrà le proposte più significative dei propri espositori per la stagione A/I 16-17.

Carlo Capasa“Un’edizione di Milano Moda Donna inaugurata per la prima volta dal Presidente del Consiglio dei Ministri e chiusa con la presentazione delle Linee guida sulla sostenibilità – commenta il Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capasa (in foto a sinistra) -. Una settimana che racconta di un settore che ci vede protagonisti nel mondo per l’unicità dei nostri brand e della nostra industria e largamente primi in Europa per giro d’affari. Che parla, in sostanza, di quella fusione tra tradizione e innovazione che è motore della nostra storia”.

Il Fashion Hub di Milano Moda Donna sarà nuovamente situato presso l’UniCredit Pavilion di Piazza Gae Aulenti, nell’edificio progettato da Michele De Lucchi, dove si terrà anche la seconda edizione del Fashion Hub Market, il progetto a sostegno di nuovi brand di abbigliamento ed accessori italiani ed internazionali. Sedici i marchi selezionati, ai quali CNMI offre un’occasione di networking, business e visibilità.

Grazie al protocollo d’intesa tra il Comune di Milano e CNMI, la Sala Cariatidi di Palazzo Reale sarà ancora una volta una delle location protagonista di Milano Moda Donna, insieme a The Mall, in prossimità del Fashion Hub, che ospita un’ampia sala sfilate e un poliedrico spazio presentazioni gestiti da CNMI. “Questa edizione di Milano Moda Donna vedrà per la prima volta la partecipazione del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi che aprirà la prima giornata di sfilate, segno della vicinanza e dell’attenzione di tutte le Istituzioni nazionali e locali al sistema moda e della centralità di Milano per questo, come per altri settori produttivi del Paese – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Moda e Design Cristina Tajani -. In questi anni abbiamo fatto un bel lavoro di squadra rafforzando la cooperazione tra le istituzioni e Camera della Moda. È la strada che bisognerà percorrere anche per il futuro”.

La Fashion Week milanese potrà inoltre essere seguita attraverso l’App di CNMI e sul website milanomodadonna.it con streaming delle sfilate, video e fotogallery delle collezioni. Grazie alla collaborazione con Twitter Italia CNMI presenta #MFW by Twitter Mirror: lo specchio magico sarà utilizzato per raccontare live la fashion week dal profilo @cameramoda. Un’installazione dell’hashtag ufficiale #MFW sarà collocata davanti al Fashion Hub. All’interno della Blue Room dedicata a Milano Moda Donna si svolgeranno conversazioni con protagonisti della moda attraverso l’app Twitter Q&A.

Video delle sfilate e contenuti speciali saranno trasmessi sul megaschermo in Via Croce Rossa, oltre che su quello dell’Unicredit  Pavilion in piazza Gae Aulenti. Un’edizione che coinvolge tutta la città: La Rinascente, per esempio, celebra la Fashion Week attraverso delle personalizzazioni con la grafica di Milano Moda Donna dedicate ai brand presenti nel calendario ufficiale della manifestazione.

Anche per questa edizione di Milano Moda Donna CNMI presenta la Milan Fashion Week “ Survival Guide”, realizzata in collaborazione con JJ Martin e LaDoubleJ: una guida pensata per i giornalisti e buyer internazionali che potranno scoprire i luoghi inediti e gli appuntamenti imperdibili a Milano. La guida sarà consultabile e scaricabile anche sul sito della rassegna.

milanomodadonna.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Lebole secondo banner orizzontale