di


Milano Fashion Week: lo stile è nei dettagli

Ri-definire il Gioiello

La settimana della moda milanese è notoriamente un frenetico susseguirsi di opening, vernissage, sfilate, fiere ed eventi legati al mondo del fashion design. In questo fitto calendario non sono certo mancate iniziative che hanno visto gioielli e accessori protagonisti. Cinque designer internazionali hanno raccontato la loro visione della gioielleria contemporanea in occasione dell’evento Jewellery House by Amusingold, sabato 21 e domenica 22 presso lo showroom Circo Solferino a Milano. Obiettivo dell’iniziativa, promuovere la qualità, la ricerca, il design e il valore del gioiello contemporaneo. Maria Piana, Parme Marin, Dominique Lucas, Gina Melosi e Stacy Hopkins i protagonisti. In loro compagnia anche Daniela Izzi, Gianmarco Venti e Antonio Carascone, tre giovani diplomati in Design del Gioiello allo IED di Roma. Moda critica, etica, indipendente declinata in abbigliamento, gioielli e accessori in mostra per la quarta edizione di “so critical so fashion” presso i Frigoriferi Milanesi di via Piranesi. 60 designer e 5.000 visitatori sono i numeri di una manifestazione che sta riscuotendo un interesse in continuo aumento. Ha inaugurato il 15 settembre la terza edizione di Ri-definire il gioiello, progetto curato dall’associazione Circuiti Dinamici e volto a diffondere una nuova estetica del gioiello contemporaneo, finalizzato alla valorizzazione dell’artigianato e della creatività come processo d’innovazione che implica progettazione, ricerca e soluzioni originali.

Greymer: IMurr, Perla e Alessandri

Un party esclusivo lunedì 16 per la presentazione del marchio di scarpe made in Italy Greymer presso il luxury multibrand store N°30 MILANO in via della spiga, uno dei protagonisti del salone della moda contemporary White di Milano. La scarpa della collezione p-e 2014 con tacco argento a specchio tagliato a mano sarà un irrinunciabile must have per tutte coloro che avranno voglia di osare con stile. All’interno della boutique anche i gioielli di Sarah Angold ispirati a forme grafiche e strutture matematiche,caratterizzati da colori fluo e realizzati in plexiglass a taglio laser.

Hat-ology. Anna Piaggi e i suoi cappelli

L’immensa eredità lasciata dalla giornalista e icona di moda Anna Piaggi ne mantiene vivo il ricordo. La retrospettiva “Hat-ology, Anna Piaggi e i suoi cappelli” fino al 30 Novembre a Palazzo Morando, vuole celebrarla. Curata dall’amico Stephen Jones, organizzata dalla Camera Nazionale della moda e dal Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, la mostra offre un ritratto curioso attraverso l’inseparabile accessorio feticcio.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *